Ora Tiblisi si può ammirare anche dall’alto

Tiblisi, capitale della Georgia, offre molti luoghi d’interesse culturale. Grazie all’apertura al pubblico della nuova cabinovia 8 posti di LEITNER ropeways è ora possibile raggiungerne più facilmente alcuni, ubicati nel vecchio centro storico. L’impianto stesso può essere annoverato tra le attrazioni della cittá: durante il viaggio che conduce alla fortezza di Narikala, rimanendo comodamente seduti su sedili in vero cuoio decorati con motivi storici tipici di Tiblisi, si possono infatti ammirare squarci insoliti della città, grazie al pavimento in vetro della cabina.

La nuova cabinovia rappresenta un ulteriore esempio di come i moderni impianti a fune riescano a coniugare in modo efficiente le esigenze di trasporto urbano con le necessità del turismo, rendendo nel contempo più appetibili le attrazioni della zona circostante.

La fortezza medievale di Narikala, abbarbicata su una dorsale montuosa sopra il centro storico di Tiblisi, è una delle mete preferite, e più fotografate, della capitale della Georgia. Fino a ieri per visitare l’antica fortezza e la chiesa adiacente bisognava compiere un lungo giro a piedi. Oggi tutto ciò non è più necessario e turisti e abitanti possono raggiungere comodamente la famosa fortificazione, grazie all’apertura della nuova cabinovia 8 posti, avvenuta lo scorso 18 giugno.

La cabinovia, un impianto monofune a movimento continuo, rappresenta la perfetta fusione tra esigenze turistiche ed esigenze di mobilità urbana ed è sotto molti punti di vista particolare ed innovativa. Essa coniuga l’idea-base di un veicolo per il trasporto di persone con un’esperienza sensoriale eccitante: il pavimento delle cabine è infatti di vetro e consente di ammirare dall’alto il centro storico sottostante. I sedili sono rivestiti di vero cuoio e decorati con motivi storici di Tiblisi, che ben si accordano con la meta del viaggio. Una volta raggiunta la fortezza i visitatori possono godere dell’emozionante panorama della città sottostante e dei suoi giardini botanici.

Più impianti a fune, meno automobili sulle strade

Questo impianto è singolare anche da un punto di vista tecnico. Presso la stazione di monte, infatti, gli spazi sono estremamente ridotti e il fissaggio dei sostegni ha richiesto l’impiego di due gru. Il sostegno numero due, inoltre, è situato in prossimità della riva del fiume, motivo per cui le sue fondazioni sono state rinforzate con 4 macropali lunghi 18 metri l’uno. La Società esercente di Tiblisi si è dichiarata molto soddisfatta del nuovo impianto e ha espresso particolare apprezzamento per l’ottima collaborazione che si è venuta a creare con LEITNER ropeways, nonché per la professionalità dimostrata nella gestione della commessa. L’impianto che conduce alla fortezza di Narikala è il primo, importante tassello di un progetto a lungo termine, che prevede il restauro di buona parte del centro storico di Tiblisi, al fine di renderlo più appetibile per abitanti e turisti. Il coordinatore del progetto, l’architetto Manuchar Makhatadze, vede di buon occhio la realizzazione di ulteriori impianti a fune, per i quali sono già state peraltro ideate concrete proposte di progettazione. Si intende così anche riportare in vita una vecchia tradizione della zona, che già in passato disponeva di impianti a fune, giustificati dalla topografia collinosa di una città, i cui dislivelli tra i vari quartieri arrivano a misurare ben 700 metri. I nuovi impianti dovrebbero contribuire in modo efficace al miglioramento delle condizioni dell’aria, riducendo in modo significativo il numero di taxi e di piccoli pullman. In questo senso questo primo impianto di LEITNER ropeways apporta di fatto un sensibile contributo al miglioramento della qualità della vita della città.

Tiblisi (Georgia)
Cabinovia 8-posti Narikala
(inaugurazione: 18 giugno 2012)
Tipo di impianto: GD8
Lunghezza inclinata 499 m
Dislivello: 93 m
Portata: 600 p/h
Numero di cabine: 7
Numero di sostegni: 3

    Articolo redatto da Leitner Ropeways

Il Gruppo Leitner è protagonista a livello mondiale nel settore degli impianti a fune (Leitner ropeways e Poma), dei battipista e veicoli cingolati (Prinoth), dell’innevamento programmato (Demaclenko) e dell’energia eolica (Leitwind). Nel 2019, per la prima volta in 130 anni, ha superato il miliardo di fatturato.





Segnala un errore su questa pagina




Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy