La nuova cabinovia 8-MGD Falcade – Le Buse

Questo impianto ha la prevalente funzione di arroccamento, è previsto il trasporto in salita e discesa di viaggiatori ordinari e di sciatori muniti di sci. E’ previsto anche l’esercizio estivo con portata ridotta e con tempi e orari da stabilire in relazione all’affluenza di turisti.

Aggiornamenti dal cantiere

Storia

Sulla linea in oggetto venne realizzato, nel 1966, un primo impianto di cestovia (a quel tempo chiamate telecabina) biposto ad attacco fisso con un tempo di viaggio di 19 minuti ed una portata di sole 300 persone/ora. La tipologia d’impianto, con le cabine fisse alla fune con notevoli velocità di transito nelle stazioni richiedeva agilità e perizia nelle fasi d’imbarco e sbarco non alla portata di tutti i turisti.

falcade_leitner

La vecchia cestovia di Falcade – Img. Retrofutur.org

All’inizio degli anni ’80 fu inderogabile la sua sostituzione con un nuovo impianto più veloce e con maggiori comfort, fu scelta la seggiovia quadriposto ad ammorsamento automatico che a quel tempo offriva la migliore combinazione fra prestazioni e costi. Il nuovo impianto di seggiovia venne realizzato nel 1986 per una potenzialità di trasporto di 1800 P/h alla velocità di 4.5 m/s con una tempo di viaggio leggermente superiore ai sette minuti e con notevoli miglioramenti nelle fasi d’imbarco e sbarco dei passeggeri che avviene a bassa velocità. Con il nuovo impianto di arroccamento, la seggiovia quadriposto del 1986, e la ristrutturazione della zona di valle con nuovi parcheggi e servizi, aumentò subito l’afflusso di viaggiatori valorizzando la zona di Falcade e la zona sciistica sovrastante conclusasi poi nel 2000 con i migliorati collegamenti con il Passo San Pellegrino.

La seggiovia negli anni 2006 e 2007 è stata sottoposta alla revisione per scadenza tecnica, ma era ormai obsoleta e la sua potenzialità di trasporto effettiva insufficiente a soddisfare le maggiori affluenze mattutine per quanti intendono salire verso le piste in quota e proseguire poi verso il Col Margherita ed il Passo san Pellegrino. Nel tempo la clientela che accede a questo impianto di arroccamento si e notevolmente diversificata, non sono più in maggioranza gli sciatori e sportivi che accedono facilmente alla seggiovia, ma numerosi pedoni con bambini, spesso con passeggini e accessori vari, visto che i campi scuola si trovano a monte di questo impianto e che sono sempre più apprezzati e frequentati. Da qui la necessità di offrire loro un più comodo sistema di trasposto, sicuro nelle operazioni d’imbarco e sbarco prevedendo la realizzazione di una cabinovia ad ammorsamento automatico con cabine a otto posti, soluzione fra le più diffuse ultimamente.

La nuova cabinovia Doppelmayr

La nuova cabina

La nuova cabina

Il nuovo impianto sarà una cabinovia Doppelmayr ad ammorsamento automatico, a moto unidirezionale continuo, con cabine a otto posti, soluzione molto frequente nelle ultime realizzazioni funiviarie.

La stazione di valle è a quota 1199 m slm, quella di monte raggiunge la quota di 1883 m slm con un dislivello di circa 684 m su di una lunghezza di 1890 m con una pendenza media del 39.4%, una fra le maggiori per questo tipo d’impianto. Il tragitto sarà percorso alla velocità di 6.0 m/s con un tempo appena superiore ai sei minuti.

Il moto unidirezionale continuo permette un regolare trasporto di viaggiatori evitando la concentrazione in arrivo a monte, dove lo spazio non è eccessivo, come avviene per le funivie con un numero elevato di persone per cabina. I meccanismi di stazione saranno quelli di normale serie, con il nuovo scartamento di 6.1 m, ugualmente lo saranno tutti gli altri elementi dell’impianto, morse, rulliere, sostegni ed argano motore. Quest’ultimo sarà installato al di sotto del piano di sbarco, in apposito locale, per ridurre la propagazione del rumore agli edifici circostanti, adibiti a ristoro.

Stazione di valle

La nuova stazione dal parcheggio

La nuova stazione dal parcheggio di Falcade

E’ prevista nella stessa posizione di quella esistente con un leggero spostamento d’asse per garantire i sufficienti franchi laterali dalla casa esistente a fianco. Anche la quota del piano d’imbarco rimane invariata perché funzionale all’arrivo delle piste e per la presenza del fabbricato delle casse e servizi igienici che rimane invariato.

La stazione esistente con il relativo ricovero della seggiole saranno demoliti perché non riutilizzabili, sarà invece mantenuto il più recente fabbricato delle casse integrandolo nelle nuove costruzioni, sopra elevandolo per realizzare nuovi uffici per la società esercente. La nuova tipologia della stazioni, con coperture limitate ai soli meccanismi di stazione con il piano d’imbarco scoperto e libero hanno un minor impatto paesaggistico rispetto quelle esistente. A fianco dei meccanismi di stazione, sullo stesso lato di quello esistente, sarà realizzato il magazzino per il ricovero di tutte le cabine, allo stesso livello del piano di stazione.

Posteriormente al piano d’imbarco sarà realizzata la nuova cabina di comando caratterizzata da un’ampia finestratura perimetrale che permetterà un completo controllo, da parte dell’agente di stazione sul movimento dei viaggiatori, in ingresso, imbarco e sbarco e uscita.

Stazione di monte

La nuova stazione di monte

La nuova stazione di monte

La nuova stazione di monte sarà realizzata “davanti”, verso valle, alla stazione della seggiovia esistente, sempre con la soluzione dell’argano interrato per limitare la propagazione del rumore verso l’esterno.

I meccanismi di stazione saranno coperti dalla carenatura standard ad altezza d’uomo come nella stazione di valle, il piano di sbarco e imbarco rimane scoperto, libero, per facilitare il movimento dei viaggiator con a fianco la cabina di comando che avrà una scala interna per la comunicazione con la sala argano ed i locali tecnici sottostanti, il locale armadi delle apparecchiature elettriche di azionamento e comando, la nuova cabina di trasformazione elettrica e il locale per il nuovo gruppo elettrogeno. Nel nuovo fabbricato sono previsti inoltre i servizi igienici per il pubblico.

Il fabbricato della seggiovia esistente sarà mantenuto, utilizzando il suo piano superiore per la zona di uscita e ingresso dei viaggiatori, mentre nei locali inferiori sarà mantenuto il locale per i compressori dell’innevamento programmato, mentre gli altri due locali saranno riutilizzati, uno come deposito delle attrezzature delle piste e l’altro, l’ex sala argano, come deposito sci.

Data la conformazione del terreno, degradante sul lato sinistro guardando monte, si mantengono gli ingressi ai nuovi locali interrati dalla stessa parte dove si trovano oggi, per mitigare l’impatto dovuto alle diverse aperture ai locali tecnici che vi si affacciano, si prevede di ricoprire l’intera facciata con pietra viva nella parte bassa ed in listelli di legno nella parte alta.

A fianco della nuova cabina di comando è previsto un suo ampliamento per realizzare un locale adibito al “Pronto Soccorso” e “Presidio Polizia di Stato” in prossimità della zona d’imbarco dei viaggiatori verso valle. Un binario morto laterale servirà per il temporaneo ricovero di un eventuale veicolo in avaria.

Dati tecnici

Dati tecnici

    Articolo redatto da Funivie.org

Fondato nel 2003 e con una media di 2000 visitatori unici al giorno, Funivie.org è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, lavorano o semplicemente amano la tecnologia funiviaria.





Filtro multiplo per parole chiave, cliccale per filtrare gli articoli, cliccale nuovamente per rimuoverle
$ Premium 1884 1908 1912 1919 1929 1935 1937 1939 1950 1951 1952 1953 1954 1955 1956 1957 1958 1959 1960 1962 1963 1964 1965 1966 1967 1968 1969 1972 1973 1974 1975 1976 1977 1978 1979 1980 1981 1982 1983 1984 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 2021 2026 ABL Abruzzo Agamatic Agudio AIPnD Algeria Aliauto Italia Allestimenti per piste da sci Alpina Snowmobiles Alpinbob Alpitec Altim Andorra ANEF Anticaduta Aperture estive Aperture invernali APM Applicazioni smartphone Arabbafly Argentina Assistenza clienti Attrazioni per parchi di divertimento ATW Australia Austria Automotore Azerbaijan Azionamenti elettrici Badoni Bambini Bandi Basilicata Battipista Belleli BGD Blueticketing BMB-Asi-Nidec BMF Bartholet Bolivia Bolognola Ski Bosnia ed Erzegovina Brasile Brembo Ski Bulgaria Campania Canada Carlevaro e Savio Carrozzeria Cavallini Cartografia CCM Ceretti Tanfani Ceriani CFM CGD CGF CGR Cile Cina CLD CLF COGE Colombia Compac Concorsi Contributi pubblici Controllo accessi Convegni e seminari Corea del Sud Corsi di abilitazione Corsi di formazione Cortech Cortina2021 CWA CWR Danimarca Demaclenko Ditte Divertimenti estivi Divertimenti invernali DMC Dolomiti Superski Doppelmayr Dovesciare Economia EEI Egitto Emilia-Romagna EMMEGI Enel Eritrea Estonia Federfuni Fiere Finlandia Fotovoltaico Francia Frey Friuli Venezia Giulia FUF FUL FUN Funitek Funivie Madonna di Campiglio Funivie urbane Gangloff Garau Giuseppe Garaventa GEA Georgia Germania Gestione flotte Gestione piste Giappone GIS Solution Gradio Graffer Grecia Guatemala Hoelzl e Kone Hölzl Imprese Turistiche Barziesi Inaugurazioni INE Infotainment Inghilterra Innevamento alta pressione Innevamento bassa pressione Innevamento indoor Innevamento sopra lo zero Interalpin Kaessbohrer LATIF Lazio LEGO Leitner Ropeways Liguria Lombardia Londra LST Lussemburgo Macchine operatrici Macedonia Magazzini Malesia MAN Management turistico Manifestazioni Marche Marchisio MCB MEB Impianti Messico MET Metalna MGD MGF MGF-J Militare MND Group Molise Montaz Mautino Montenegro Moosmair Mostre Motoslitte Mountain Planet MRL MRW Musei ed Esposizioni Nascivera Nepal Neveplast NeveXN Norvegia Nuova Zelanda OITAF Olanda Olimpiadi 2026 Olimpiadi Pyeongchang 2018 Opere su piste da sci Ospitalità in quota Pakistan Pechino2022 Personaggi PHB Pohlig Heckel Bleichert Piemonte Piemonte Funivie Pininfarina Piste artificiali Polonia Poma Poma Italia Portogallo PowerGIS Prinoth Prodotti per manutenzione Prowinter PWH Qatar Raduni Railcon Redaelli Referenze e statistiche Regno Unito Repubblica Ceca Repubblica Dominicana Rifugi e ristoranti Risparmio energetico Rolba Romania Ropecon Rosnati RTW Russia Sacif Safecom Senza operatori Serbia Sicilia Sicurezza sul lavoro Singapore SKIDATA Skipass Skiperformance SL Slittovia Slovacchia Slovenia SNIPER Technology Snowpark Snowstar Sacif Snowsuite Soccorso Sochi2014 Software Spagna SPM SpA Stati Uniti Steurer STM Sistem Teleferik Sudafrica Sunkid Svezia Svizzera Tappeti di imbarco Tappeti di risalita TechnoAlpin Teletrasporti Tesi TGD Thyssenkrupp Toscana Trasporto animali Trasporto biciclette Trasporto materiale Trentino Alto Adige Trojer Turchia Turismo in alta quota Ucraina Ungheria Valanghe Val Gardena Marketing Valle d'Aosta Veicoli Veneto Venezuela Vietnam Visite guidate VLE Von Roll Wipptal360 Zemella
Segnala un errore su questa pagina




Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy