Una madrina d’eccezione per l’impianto ultramoderno Leitner

Zermatt Bergbahnen inaugura la seggiovia 6 posti Joscht – Hirli di LEITNER ropeways

Il 18 dicembre Zermatt Bergbahnen ha festeggiato l’inaugurazione della nuova seggiovia 6 posti Joscht – Hirli. L’innovativo impianto di LEITNER ropeways dotato del sistema ecologico DirectDrive sostituisce lo ski-lift Hörnli risalente al 1963.

Seggiole confortevoli con cupole di protezione e dispositivi di sicurezza per i passeggeri più giovani assicurano fin da subito un piacere dello sci ancora più intenso a ovest del lago Schwarzsee. Madrina del nuovo impianto a cui è stata dedicata una speciale seggiola, è la sciatrice ticinese Lara Gut.

Joscht - Hirli_1

In considerazione del ruolo che le è stato affidato, la sportiva svizzera si è dimostrata entusiasta della nuova seggiovia Joscht – Hirli: “Per me è un onore essere stata scelta come madrina del nuovo impianto di Zermatt. Sono molto felice e non vedo l’ora di cimentarmi in qualche discesa.” All’atleta di successo è stata dedicata una seggiola dell’impianto dalla speciale configurazione: l’imbottitura è stata infatti completamente stampata con la foto di Lara Gut.

Sostenibilità e comfort per nuove discese

L’impianto verrà azionato da DirectDrive di LEITNER ropeways, lo speciale sistema unico a livello mondiale e rispettoso dell’ambiente. Con una velocità di sei metri al secondo, la seggiovia si afferma tra le più veloci della Svizzera. Grazie alle comode seggiole verniciate a polvere e dotate di cupole di protezione blu, il tragitto si trasforma in un’esperienza davvero confortevole. I poggiasci e il dispositivo Kidstop consentono di trasportare in sicurezza anche i bambini. La capacità di trasporto è stata portata da 600 a 2.000 persone l’ora. Il nuovo itinerario prevede inoltre nuove stazioni: dalla stazione a monte, i passeggeri arrivano allo snodo del lago Schwarzsee che include discese in direzione di Stafelalp, come anche la ripida pista n. 54 che porta fino alla traversa Stafelalp-Furi. La stazione a valle può vantare una peculiarità: i passeggeri accedono alla seggiovia nella direzione di marcia, a 60 gradi rispetto alla carreggiata, senza barriere all’accesso.

Joscht - Hirli_2

Il lancio di una cooperazione di successo

La nuova seggiovia rappresenta anche l’inizio di un’intensa collaborazione tra LEITNER ropeways e Zermatt Bergbahnen: Entro il 2018, l’azienda altoatesina realizzerà la funivia trifune più alta al mondo lungo il ghiacciaio Theodul fino al Cervino. “Con i nostri innovativi impianti ampliamo l’offerta della più importante azienda del settore in Svizzera. La seggiovia Joscht – Hirli e, a partire dal 2018, la nuova funivia trifune rappresentano il connubio perfetto tra comfort, design, sicurezza e sostenibilità”, dichiara Martin Leitner, amministratore delegato LEITNER ropeways, in occasione dell’inaugurazione della CD6C Joscht – Hirli.

CD6C JOSCHT – HIRLI

  • Lunghezza: 2.124 m
  • Dislivello: 699 m
  • Velocità: 6 m/sec
  • Capacità: 2.000 p/h
  • Numero di seggiole:  72
  • Numero di sostegni: 17

Lara Gut Sessel Zermatt

    Articolo redatto da Leitner Ropeways

Il Gruppo Leitner è protagonista a livello mondiale nel settore degli impianti a fune (Leitner ropeways e Poma), dei battipista e veicoli cingolati (Prinoth), dell’innevamento programmato (Demaclenko) e dell’energia eolica (Leitwind). Nel 2019, per la prima volta in 130 anni, ha superato il miliardo di fatturato.


Cerchi, ad esempio, tutte le funivie in Piemonte? Filtra gli articoli per tag multipli

Segnala un errore su questa pagina




Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy