Nuovo materiale rotabile per la ferrovia a cremagliera del Pilatus a Lucerna

La Pilatus-Bahnen AG si sta preparando per i prossimi 40 anni a Drachenberg. Il 2 febbraio 2021, i responsabili hanno presentato al pubblico il progetto da 55 milioni: a partire dall’estate 2021, otto nuove elettromotrici cominceranno gradualmente a circolare sul binario originale della ferrovia a cremagliera più ripida del mondo.

 

Il design senza tempo e di prima classe dei treni con finestre panoramiche a 360 gradi aumenterà il piacere del viaggio e assicurerà ancora più battito sulla montagna locale di Lucerna. Un innovativo sistema di segnalamento e altre innovazioni tecnologiche garantiscono un maggiore comfort e un funzionamento più sostenibile – in futuro anche a intervalli di mezz’ora.

Il presidente del consiglio di amministrazione Bruno Thürig e il CEO Godi Koch hanno presentato per la prima volta al pubblico il 2 febbraio 2021 le nuove elettromotrici per la ferrovia a cremagliera tra Alpnachstad e Pilatus Kulm. Sono il fulcro di un rinnovamento tecnologico globale della ferrovia a cremagliera più ripida del mondo.

Nelle nuove carrozze, le facciate in vetro di grandi dimensioni offrono una vista panoramica a 360 gradi e un’esperienza di viaggio ancora più spettacolare. Il rinomato designer Thomas Küchler, cresciuto ai piedi del monte Pilatus, ha creato le nuove carrozze. Ha scelto un design senza tempo con raggi morbidi e uno stile elegante. Sono verniciate nel classico rosso Pilatus, accentuato dall’iconica illuminazione a LED sui frontali. Nell’abitacolo, i colori chiari e caldi e il pavimento di alta qualità creano un’atmosfera raffinata.

Il sistema unico di cremagliera che Eduard Locher e il suo team hanno creato più di 130 anni fa non mostra quasi nessun segno di usura e rimane praticamente invariato. Le nuove unità in futuro funzioneranno in doppia trazione. Una seconda piattaforma è in costruzione ad Alpnachstad. Questo permetterà ai passeggeri di salire sugli otto vagoni contemporaneamente senza ulteriori manovre. Al posto dei tavoli di trasferimento, saranno installati tre nuovi giratori di binari – prodotti su misura e unici della Emmentaler Maschinenfabrik Steck. Queste misure, insieme alla velocità di crociera leggermente superiore, renderanno possibile l’introduzione del servizio cadenzato ad ogni mezz’ora.

Grazie a un nuovo ascensore e a una sala d’attesa ampliata, la stazione di montagna Pilatus Kulm soddisfa gli ultimi standard per il trasporto pubblico a misura di disabile. Inoltre, un sistema di segnalamento pionieristico – sviluppato appositamente per la Pilatus-Bahnen AG dalla società svizzera Actemium Leittec – assicura un funzionamento ancora più sicuro. I nuovi veicoli sono più silenziosi e, grazie al recupero, riducono il consumo di energia del 30%.

L’obiettivo principale del nuovo progetto di costruzione è quello di sostituire le elettromotrici storiche con nuovo materiale rotabile: non ci sono più pezzi di ricambio per il materiale rotabile di oltre 80 anni, i veicoli sono sempre più soggetti a guasti e la manutenzione diventa più costosa.

Pilatus-Bahnen AG prevede che il progetto costerà in totale 55 milioni di franchi svizzeri. Questo investimento sarà finanziato in gran parte dalle risorse proprie dell’azienda – ma non completamente, come originariamente previsto, a causa della perdita di vendite causata dalla pandemia di Coronavirus. Ulteriori prestiti degli azionisti e delle banche garantiranno la realizzazione del progetto.

I lavori di costruzione, che sono stati accuratamente adattati al delicato ambiente alpino, sono iniziati il 9 novembre 2020. Le carrozze vengono consegnate dal produttore Stadler Rail in sezioni: la prima nuova carrozza passeggeri inizierà a circolare nell’estate del 2021 per scopi di test; è stata scaricata ad Alpnachstad il 7 giugno 2021. Secondo il piano, tutti i lavori di costruzione saranno completati nel maggio 2023 e le otto nuove automotrici saranno in servizio. Gli ordini vengono eseguiti esclusivamente da aziende svizzere.

 

Dati tecnici

  • Linea Alpnachstad – Pilatus Kulm (Inbetriebnahme 1889)
  • Dislivello 1635 m
  • Lunghezza 4618 m
  • Tempo di salita 19 min (fino ad ora 30 min); max. 15 km/h (fino ad ora max. 12 km/h)
  • Tempo di discesa 28 min (fino ad ora 40 min); max. 12 km/h (fino ad ora max. 9 km/h)
  • Frequenza (nuova) Ogni mezz’ora
  • Apertura da maggio a novembre
  • Rinnovamento da Novembre 2020 a Maggio 2023
  • Materiale rotabile 8 elettromotrici in doppia trazione ognuna da 48 persone
  • 1 carrozza merci (separata dal traffico passeggeri)
  • Messa in servizio dall’estate 2021 a maggio 2023
  • Peso carrozze 18 t
  • Potenza 210 PS o 154 kW
  • Cremagliera Locher (dal 1889)
  • Trasporto merci 1000 t all’anno
  • Scartamento: 80 cm
  • Pendenza massima 480 ‰, media 380 ‰
  • Progettista generale: Emch & Berger AG
  • Materiale rotabile: Stadler Rail; Design: Küchler Design
  • Cabine: Calag Carrosserie Langenthal AG
  • Binari: Ferdinand Steck Maschinenfabrik AG
  • Segnalamento: Actemium Leittec

    Articolo redatto da Funivie.org

Fondato nel 2003 e con una media di 2000 visitatori unici al giorno, Funivie.org è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, lavorano o semplicemente amano la tecnologia funiviaria.




Segnala un problema su questa pagina




    Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy

    Pubblica i tuoi contenuti

    Vuoi pubblicare i tuoi articoli o comunicati stampa su Funivie.org?