Doppelmayr presenta la nuova funivia Funifor Alba – Col dei Rossi in Val di Fassa

In perfetta coincidenza con l’avvio della stagione invernale, entra in esercizio in Trentino un impianto a fune di ultima generazione: la funivia Funifor di Alba di Canazei, interamente progettata e costruita a Lana dalla Doppelmayr Italia. L’impianto collega la Val di Fassa con il circuito Sellaronda e la sua apertura è di grande importanza per il turismo invernale del consorzio sciistico “Dolomiti Superski”.

La Doppelmayr Italia con sede a Lana è una delle aziende più importanti all’interno del prestigioso gruppo Doppelmayr/Garaventa, leader mondiale nella costruzione di impianti a fune. Tra le ultime opere di Doppelmayr Italia segnaliamo la “Skyway Monte Bianco”: inaugurata a giugno 2015, la nuova funivia valdostana che porta sulla Punta Helbronner del Monte Bianco ha destato scalpore a livello internazionale.

Alba01

La nuova funivia Funifor “Alba-Col dei Rossi” realizzata da Doleda Impianti Funiviari SpA grazie ad una partecipazione mista tra Trentino Sviluppo e SITC SpA, è in grado di trasportare fino a 1.100 persone l’ora da Alba di Canazei sul Col dei Rossi, da dove gli sciatori possono immettersi nel circuito Sellaronda.

Il nuovo impianto non è direttamente funzionale ad alcuna nuova pista, ma ha funzione nevralgica di collegamento per gli sciatori del Centro Valle, tra la skiarea Ciampac-Buffaure ed il rinomato carosello della Sellaronda. La realizzazione di un arroccamento diretto dall’abitato di Alba ridurrà il traffico stradale, incentiverà l’utilizzo del servizio skibus, alleggerendo le code agli attuali impianti di arroccamento, con conseguente miglioramento dei flussi sull’asse di valle.

In particolare, dagli abitati di Pozza di Fassa e Vigo, sarà possibile accedere alle piste del circuito Sellaronda senza prendere mezzi di trasporto intermedi su strada. Non solo, il nuovo collegamento aprirà ancora di più la Val di Fassa alle altre valli del Sellaronda: le piste nere della Val di Fassa Thöni, Vulcano e Ciampac, realizzate e ammodernate recentemente, sono finalmente raggiungibili sci ai piedi dalle valli Gardena, Badia e Arabba, andando così a rivitalizzare l’interesse per caroselli alternativi e altamente panoramici. Quest’impianto migliorerà la sciabilità dello Skitour Panorama, dando nuovo impulso al tour che dall’area dei passi Sella e Pordoi conduce lo sciatore al Catinaccio Rosengarten, a tutti gli effetti uno tra i tour più panoramici del comprensorio sciistico del Dolomiti Superski.

Alba07

Oltre alle caratteristiche tecniche, la nuova funivia Funifor possiede altre peculiarità architettoniche e ingegneristiche che ne fanno un’opera tanto straordinaria quanto unica. Tra queste salta subito all’occhio la dimensione contenuta e bassa della stazione a monte, resa possibile grazie alla ridotta sospensione delle vetture. Gli otto metri di sporgenza della struttura in acciaio a monte, al pari dell’elegante forma arcuata della copertura della stazione a valle, si inseriscono armoniosamente nel paesaggio. La stazione a valle di Alba di Canazei si trova a quota 1.450 metri, la stazione a monte sul Col dei Rossi a quota 2.380 m.s.l.m. La linea poggia su due sostegni, alti rispettivamente 27 e 48 metri.

Il viaggio è reso ancora più confortevole da un carrello di ultima generazione, appositamente sviluppato da Doppelmayr Italia. Le due cabine hanno una capacità di 100 passeggeri ciascuna, si muovono su una coppia di funi portanti e sono indipendenti l’una dall’altra. Viaggiano ad una velocità di 12 metri al secondo (circa 45 km/h); la portata massima si attesta quindi sulle 1.100 persone per ora per direzione.

Alba05

L’azienda Doppelmayr Italia

Doppelmayr Italia Srl è un’impresa autonoma con sede a Lana che fabbrica impianti a fune per tutto l’arco alpino e non solo. La tecnologia funiviaria sviluppata a Lana viene utilizzata in tutto il mondo dalle aziende del gruppo Doppelmayr/Garaventa, la multinazionale con sede centrale nel Vorarlberg in Austria cui fa capo Doppelmayr Italia.

Il sistema Funifor

Funifor è un sistema funiviario sviluppato e brevettato da Doppelmayr Italia. Le sue principali caratteristiche tecniche sono:
• grande scartamento tra le funi portanti, estrema stabilità al vento
• sospensione corta e di conseguenza stazioni basse e compatte
• azionamento indipendente delle due vetture che rende superfluo l’impianto di soccorso
• semplice manutenzione

Il primo impianto con sistema Funifor è stato realizzato nel 1999 sullo Stelvio; oggi se ne contano 9, tra Italia e Austria.

Alba04

Dati essenziali

  • Committente: Doleda Impianti Funiviari SpA
  • Nome dell’impianto a fune: 100-FUF Alba-Col dei Rossi
  • Località: Canazei, Trentino (ITA)
  • Sistema: Funifor
  • Lunghezza inclinata: 2.260 m
  • Velocità di esercizio: 12,0 m/s
  • Durata del viaggio: 5,0 min
  • Capacità vettura: 100 persone
  • Portata oraria: 1100 persone per direzione
  • Tecnica funiviaria: Doppelmayr Italia
  • Progettista funiviario: Dino Veronesi
  • Amministratore delegato Doppelmayr Italia: Othmar Eisath
  • Responsabile Doppelmayr del progetto “Funifor Alba-Col dei Rossi”: Albert Gufler
  • Architettura: Arch. Johannes Niederstätter (Architects Willeit Niederstätter)
  • Ingegneria strutturale: Ing. Claudio Bertagnolli (Holzner Bertagnolli Engineering)

PR2_7103

Stazione a valle

La stazione a valle attira lo sguardo per la forma ardita del suo tetto, proteso ad arco verso la montagna sovrastante e appoggiato ad una serie di piloni scoperti. La pendenza naturale del terreno è stata sfruttata per garantire un accesso alla stazione privo di ogni barriera e per contenere al minimo l’altezza del fabbricato.

Stazione a monte

Un capolavoro di essenzialità, che permette alla stazione a monte di integrarsi armoniosamente nel panorama naturale. La costruzione è caratterizzata da una piattaforma orizzontale per imbarco/sbarco su un unico livello, sospesa nel vuoto per circa 8 metri, che rappresenta una sorta di prolungamento artificiale della montagna. La tecnica funiviaria è a vista e la mancanza di un’ulteriore copertura permette alla stazione di inserirsi in maniera ottimale nel contesto paesaggistico.

Funifor 10

Rapporto con l’ambiente e il paesaggio

Il rispetto dell’ambiente e del paesaggio è stato uno dei fili conduttori nella realizzazione delle stazioni di valle e monte. Per ridurre al minimo l’impatto ambientale la costruzione a valle è stata interrata e dotata di tetto verde; anche la stazione a monte, a quota 2.377 metri, è un gioiello di estetica funzionale: la parte anteriore è sospesa nel vuoto su piloni, gli elementi di tecnica funiviaria sono a vista e la zona passeggeri, completamente vetrata, regala ai viaggiatori una vista mozzafiato sulle Dolomiti e sulla Marmolada.

    Articolo redatto da Doppelmayr

Il Gruppo Doppelmayr/Garaventa definisce continuamente nuovi standard di riferimento con innovativi sistemi di trasporto a fune. Il massimo comfort e sicurezza sono le caratteristiche che contraddistinguono i suoi impianti a fune, sia per le stazioni turistiche estive ed invernali che per il trasporto urbano. L'efficienza e le prestazioni dei sistemi di trasporto materiali sono altrettanto impressionanti. Doppelmayr/Garaventa, leader mondiale della qualità, della tecnologia e del mercato funiviario, gestisce impianti di produzione e centri di vendita e assistenza in oltre 40 paesi del mondo. Ad oggi, il Gruppo ha costruito più di 15.000 impianti per clienti in oltre 95 paesi del mondo.





Cerchi, ad esempio, tutte le funivie in lombardia? Filtra gli articoli per tag multipli

Segnala un errore su questa pagina




Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy