Al via la prima cabinovia urbana di Parigi

Il costruttore Doppelmayr è stato scelto da Ile-de-France Mobilités per progettare, costruire e mantenere la cabinovia  Téléval nella Val-de-Marne. Il progetto dovrebbe essere commissionato nel 2023 o 2024.

 

Non attraverserà le montagne, ma le città di Parigi. Il Câble A-Téléval, la prima funivia della regione Ile-de-France, attesa dagli abitanti di Val-de-Marnais, ha finalmente un costruttore designato. Ile-de-France Mobilités ha nominato Doppelmayr, uno specialista del trasporto via fune con sede in Austria e Svizzera, per progettare, costruire e mantenere la funivia.

Questa innovativa modalità di trasporto urbano collegherà Villeneuve-Saint-Georges a Créteil, passando per Limeil-Brévannes e Valenton, tutto in aereo! Cinque stazioni saranno create su 4,5 km e ci vorranno solo 17 minuti per coprire l’intero percorso.

Dopo 13 anni di studi, la prima funivia dell’Ile-de-France sta diventando una realtà”, ha detto Valérie Pécresse, presidente della regione (Libres!). 20.000 persone della Val-de-Marne avranno un modo nuovo e originale di spostarsi quotidianamente per raggiungere la metropolitana e attraversare l’autostrada e la linea ferroviaria. Questa è una nuova freccia all’arco di Ile-de-France Mobilités per facilitare la vita quotidiana degli abitanti dell’Ile-de-France. ”

Stif-Ingerop-DFA

Ile-de-France Mobilités, l’autorità di regolamentazione dei trasporti nella regione della capitale, non rivela per il momento nessuna nuova immagine del progetto, aspettando di modificare le proposte del costruttore appena nominato al margine. Ma una cosa è certa: i primi lavori preparatori sono previsti per la fine dell’anno e la costruzione vera e propria inizierà nel 2022 per una messa in servizio nel 2023 o 2024.

Il dipartimento di Val-de-Marne, incaricato della diagnostica archeologica sui siti delle future stazioni, ha già fatto buoni progressi. “Per esempio, è stato completato a Bois-Matar a Villeneuve-Saint-Georges”, dice il consiglio dipartimentale, che porta avanti il progetto Téléval da oltre 10 anni. “Aprendo Limeil-Brévannes e l’altopiano di Villeneuve, il Téléval apre delle prospettive agli abitanti della zona in termini di accesso al lavoro, alla formazione e alla rete dei trasporti”, dice Christian Favier, presidente del Consiglio dipartimentale (PCF).

Per questo progetto innovativo, un accordo di finanziamento completo, per 132 milioni di euro finanziati dallo Stato, dalla regione e dal dipartimento, è già stato adottato e il calendario rimane per il momento quello annunciato prima della crisi sanitaria. Anche se ci sono ancora tre ricorsi non epurati sulla dichiarazione di pubblica utilità di ottobre 2019, il progetto va avanti. Ciò che delizia il collettivo Vite le Téléval, creato nel 2018. “Questa decisione segna il lato finale del progetto, il Téléval sarà fatto e noi siamo felici”, si rallegra Thomas Khabou, portavoce.

Il costruttore scelto, in un consorzio con Egis Rail, Spie Batignolles GC, Atelier Schall e France Travaux, ha vinto su due concorrenti. Doppelmayr è un attore importante nel suo campo. È responsabile della funivia più lunga e veloce del mondo a Laura, in Russia, e della rete Mi Teleférico a La Paz, in Bolivia, che è considerata il più grande sistema di funivie del mondo, con 10 km, 3 linee e 10 stazioni.

“I candidati sono stati valutati sulla loro soluzione globale, le loro prestazioni acustiche, le loro prestazioni ambientali e la loro efficienza energetica”, dice Ile-de-France Mobilités. “La proposta di Doppelmayr è robusta. Questo consorzio competente, basato sul più grande produttore di funivie del mondo, garantisce una rapida realizzazione (ndr: saranno necessari circa due anni di lavoro)”, promette Laurent Probst, amministratore delegato di IDFM.

Per i futuri utenti, prendere la funivia dovrebbe essere relativamente semplice. La funivia A-Téléval sarà accessibile con un pass Navigo o un biglietto T+ a 1,90 euro. Le connessioni con gli autobus e le metropolitane saranno possibili e facili. E ci vorranno solo 30 secondi per andare da una cabina all’altra, il che ti darà la possibilità di andare veloce ma anche di vedere la Val-de-Marne in un modo diverso.

Articolo tradotto da Le Parisien

    Articolo redatto da Funivie.org

Fondato nel 2003 e con una media di 2000 visitatori unici al giorno, Funivie.org è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, lavorano o semplicemente amano la tecnologia funiviaria.




Segnala un errore su questa pagina




    Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy

    Pubblica i tuoi contenuti

    Vuoi pubblicare i tuoi articoli o comunicati stampa su Funivie.org?