London Cable Car 2012, la nuova cabinovia a Londra

E’ ormai aperta al pubblico la nuova spettacolare “Emirates Cable Car” a Londra, nuova cabinovia firmata Doppelmayr che attraversa il fiume Tamigi. L’azienda dei trasporti di Londra nell’Aprile 2011 annunciò che la prossima estate sarebbero iniziati i lavori per la costruzione di una funivia sopra il fiume Tamigi. Il progetto, ormai quasi completamente realizzato, collega la penisola di Greenwich e la O2 Arena con le Royal Victoria Docks e l’Exhibition Centre (ExCel).

L’impianto ultimato, è in grado, con le sue 35 cabine di trasportare fino  a 2.500p/h e il tragitto di 1.100 metri, in gran parte sopra il fiume Tamigi, viene compiuto in cinque minuti.

Il costo del progetto era stato originariamente stimato a soli 25 milioni di sterline quando era stato annunciato nel luglio 2010, e la Transport for London (TfL) aveva dichiarato che non avrebbe utilizzato fondi pubblici per realizzare il progetto. Il portavoce osservò che il costo iniziale era stato una «stima preliminare» e che il contratto da 50,5 milioni di sterline includeva: pratiche legali, acquisto terreni, opere civili, impianto; più 5 milioni di sterline ( 5.7 milioni di €) per la gestione di tre anni.

Inoltre il portavoce aggiungeva: «La funivia giocherà un ruolo vitale nella trasformazione irripetibile dell’est di Londra e fornirà l’attraversamento addizionale del fiume più richiesto in quest’area della città. Rimane intenzione di TfL di cercare di recuperare il più possibile della cifra che sarà spesa attraverso un numero di fonti incluse pubblicità, sponsor e biglietti d’ingresso».

Boris Johnson, sindaco di Londra, affermò: «Guardare tranquillamente attraverso l’aria sopra il Tamigi fornirà una visuale della nostra meravigliosa città veramente sublime e degna degli occhi di un uccello. Questo innovativo collegamento per un viaggio aerotrasportato sarà una componente vitale per il rinascimento in corso del vibrante quartiere orientale della Capitale, fornendo l’attraversamento più necessario del fiume».

La Cabinovia, oltre a essere la prima del genere per il trasporto urbano nel Regno Unito, fornisce un nuovo attraversamento del fiume, per tutti i pedoni, ciclisti e invalidi. Infatti le cabine ognuna da 10 posti e diventeranno da 4 per ospitare in caso 2 biciclette. La costruzione dell’impianto è stata affidata a Doppelmayr, che ha realizzato impianti di risalita di innumerevoli comprensori alpini, avrà una velocità di 6 m/s, un’elevazione minima di  10,39 metri e massima di 11,84. La lunghezza inclinata sarà di 1.103 metri.

I piloni di sostegno sono in tutto 5, dei quali 2, quelli nelle stazioni di partenza e arrivo sono doppi, ritenuta seguita da appoggio, mentre i restanti 3 hanno un altezza pari a 80 metri. Le 35 cabine di costruzione, CWA Constructions, modello Omega IV ,  passeranno nelle stazioni di arrivo ogni 30 secondi, sono da 10 posti ciascuna oppure da 4 posti se chi sale avrà anche 2 biciclette e saranno poi riposte, quando non saranno in funzione, nel magazzino a “gravità” semiautomatico, con convogliatori a pneumatici sulle curve, come da standard Doppelmayr per i progetti UING. La costruzione di questo impianto, oltre a creare un nuovo attraversamento del fiume attraverso un mezzo a basso inquinamento atmosferico, sarà integrata dalla rivalutazione di tutta l’area dell’Emirates Royal Docks, la società che ha investito nell’impianto, così da portare ancora maggiori turisti nella zona est di Londra.

Le prime prove con l’azionamento idraulico di recupero

Le vetture ormai in linea

Il concetto di evacuazione: sicurezza – soggettivamente ed oggettivamente

Il nuovo concetto di evacuazione della Doppelmayr, che permette ai passeggeri di essere sempre e comunque trasportati alla stazione più vicina, è sicuro non solo oggettivamente, ma anche nella percezione dei passeggeri.

Fino ad oggi questo concetto di evacuazione era stato installato negli impianti 3S di Sölden e Coblenza. Ora anche l’impianto di Londra è stato progettato secondo questa logica.

Alla base di questo concetto di evacuazione sta il fatto che tutti gli elementi funzionali dell’impianto sono doppi ed indipendenti tra loro; in gergo si definiscono “ridondanti”. Questo vale, ad esempio, per i supporti delle pulegge e per gli azionamenti di recupero. Inoltre sono state prese tutte le misure organizzative necessarie per poter reagire immediatamente in caso d’incidente.

londrarecupero

Segui tutte le immagini della costruzione nella galleria cantieri di Funivie.org, e se sei a Londra collabora!

    Articolo redatto da Funivie.org

Fondato nel 2003 e con una media di 2000 visitatori unici al giorno, Funivie.org è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, lavorano o semplicemente amano la tecnologia funiviaria.





Filtro multiplo per parole chiave, cliccale per filtrare gli articoli, cliccale nuovamente per rimuoverle
$ Premium 1884 1908 1912 1919 1929 1935 1937 1939 1950 1951 1952 1953 1954 1955 1956 1957 1958 1959 1960 1962 1963 1964 1965 1966 1967 1968 1969 1972 1973 1974 1975 1976 1977 1978 1979 1980 1981 1982 1983 1984 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2021 2026 ABL Abruzzo Agamatic Agudio AIPnD Algeria Aliauto Italia Allestimenti per piste da sci Alpina Snowmobiles Alpinbob Alpitec Altim Andorra ANEF Anticaduta Aperture estive Aperture invernali APM Applicazioni smartphone Arabbafly Argentina Assistenza clienti Attrazioni per parchi di divertimento ATW Australia Austria Automotore Azerbaijan Azionamenti elettrici Badoni Basilicata Battipista Belleli BGD BMB-Asi-Nidec BMF Bartholet Bolivia Bolognola Ski Bosnia ed Erzegovina Brasile Brembo Ski Bulgaria Campania Canada Carlevaro e Savio Carrozzeria Cavallini Cartografia CCM Ceretti Tanfani Ceriani CFM CGD CGF CGR Cile Cina CLD CLF COGE Colombia Compac Concorsi Contributi pubblici Controllo accessi Convegni e seminari Corea del Sud Corsi di abilitazione Corsi di formazione Cortech Cortina2021 CWA CWR Danimarca Demaclenko Ditte Divertimenti estivi Divertimenti invernali DMC Dolomiti Superski Doppelmayr Dovesciare Economia EEI Egitto Emilia-Romagna EMMEGI Enel Eritrea Estonia Federfuni Fiere Finlandia Fotovoltaico Francia Frey Friuli Venezia Giulia FUF FUL FUN Funitek Funivie Madonna di Campiglio Funivie urbane Gangloff Garau Giuseppe Garaventa GEA Georgia Germania Gestione flotte Gestione piste Giappone GIS Solution Gradio Graffer Grecia Guatemala Hoelzl e Kone Hölzl Imprese Turistiche Barziesi INE Infotainment Inghilterra Innevamento alta pressione Innevamento bassa pressione Innevamento indoor Innevamento sopra lo zero Interalpin Kaessbohrer LATIF Lazio LEGO Leitner Ropeways Liguria Lombardia Londra LST Lussemburgo Macchine operatrici Macedonia Magazzini Malesia MAN Manifestazioni Marche Marchisio MCB MEB Impianti Messico MET Metalna MGD MGF MGF-J MND Group Molise Montaz Mautino Montenegro Moosmair Mostre Motoslitte Mountain Planet MRL MRW Musei ed Esposizioni Nascivera Nepal Neveplast NeveXN Norvegia Nuova Zelanda OITAF Olanda Olimpiadi 2026 Olimpiadi Pyeongchang 2018 Opere su piste da sci Ospitalità in quota Pechino2022 Personaggi PHB Pohlig Heckel Bleichert Piemonte Piemonte Funivie Pininfarina Piste artificiali Polonia Poma Poma Italia Portogallo PowerGIS Prinoth Prodotti per manutenzione Prowinter PWH Qatar Raduni Railcon Redaelli Referenze e statistiche Regno Unito Repubblica Ceca Repubblica Dominicana Rifugi e ristoranti Risparmio energetico Rolba Romania Ropecon Rosnati RTW Russia Sacif Safecom Sicilia Sicurezza sul lavoro Singapore SKIDATA Skipass Skiperformance SL Slittovia Slovacchia Slovenia SNIPER Technology Snowpark Snowstar Sacif Snowsuite Sochi2014 Software Spagna SPM SpA Stati Uniti Steurer STM Sistem Teleferik Sudafrica Sunkid Svezia Svizzera Tappeti di imbarco Tappeti di risalita TechnoAlpin Teletrasporti Tesi TGD Thyssenkrupp Toscana Trasporto animali Trasporto biciclette Trasporto materiale Trentino Alto Adige Trojer Turchia Turismo in alta quota Ucraina Ungheria Valanghe Val Gardena Marketing Valle d'Aosta Veicoli Veneto Venezuela Vietnam Visite guidate VLE Von Roll Wipptal360 Zemella
Segnala un errore su questa pagina




Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy