La skiarea Ciampac in Val di Fassa rinnova i suoi impianti

Importanti novità, nell’inverno 2017-2018, per gli sciatori che troveranno ad attenderli una cabinovia al posto della funivia e due seggiovie rinnovate, mentre si ridurranno i tempi d’arrivo da Pera a Pian Pecei, nella skiarea Catinaccio, grazie a due moderne seggiovie quadriposto

A incrementare la fama della Val di Fassa, quale destinazione all’avanguardia nell’arco alpino per modernità degli impianti e sciabilità dei suoi tracciati, il prossimo inverno ci penserà la skiarea Ciampac. A fine stagione invernale, la funivia Ciampac andrà in pensione per lasciare posto a una cabinovia, con gondole da 10 posti, in grado di trasportare fino a 2000 persone l’ora.

«Garantiremo il ricircolo costante degli sciatori – spiega Tullio Pitscheider, presidente della Ciampac e Contrin spa – ovviando alle code che si formano nei periodi di maggiore afflusso turistico in questo punto d’importante confluenza, che è diventata Alba dopo l’inaugurazione nel dicembre del 2015 della funifor Alba-Col dei Rossi. Ora la funivia è utilizzata non solo da sale dal paese al Ciampac, ma anche da chi arriva dal Belvedere di Canazei e dal Sellaronda e da chi giunge dal Buffaure di Pozza e si sposta in entrambi i sensi. La cabinovia, siamo certi, incentiverà anche un maggior numero di discese sulla nera Ciampac, ora sfavorito nei periodi d’alta stagione dalle code alla funivia».

Assieme a quest’impianto sarà riprogrammato l’assetto della skiarea, grazie al rinnovo di un paio di seggiovie: la “Roseal” diventerà una quadriposto ad agganciamento automatico che raggiungerà la Sella Brunech, località che permette a chi scia lungo lo Skitour Panorama (73 km) di scollinare verso il Buffaure (e viceversa), mentre la seggiovia “Sella Brunech” sarà rimodernata e si fermerà all’attuale stazione intermedia, suddividendo così l’area sciabile in una zona per principianti e in una per esperti. I lavori, che comporteranno di fatto la chiusura della località dalla primavera al prossimo autunno per la presenza di tre cantieri in quota e uno in paese (stazione a valle), saranno a carico delle società Ciampac e Contrin spa e Sitc di Canazei, per un investimento di quasi 13 milioni di euro.

Anche a Pera, poi, il prossimo inverno, gli sciatori saranno accolti da importanti novità: le seggiovie che portano a Pian Pecei saranno sostituite con due a quattro posti con copertura: «In questo modo, oltre a incrementare la comodità di trasporto degli utenti velocizzeremo di gran lunga anche il trasporto», sostiene Claudio Bernard, presidente delle Funivie Catinaccio, che investirà circa 7 milioni di euro nei nuovi impianti e nel potenziamento dell’innevamento programmato. I lavori per le seggiovie inizieranno a primavera e nel corso dell’estate 2017 si potrà raggiungere il Ciampedie con la funivia di Vigo.

    Articolo redatto da Funivie.org

Fondato nel 2003 e con una media di 2000 visitatori unici al giorno, Funivie.org è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, lavorano o semplicemente amano la tecnologia funiviaria.









Ti piacciono i contenuti di Funivie.org?

Tutto il nostro lavoro viene svolto senza alcuna retribuzione, e mantenere un sito non è gratis. Impieghiamo molte ore e risorse ogni giorno.

Se vuoi, puoi offrirci un piccolo aiuto o un semplice caffé tramite PayPal, scansionando questo codice con lo smartphone, oppure cliccandoci sopra, oppure effettuando una donazione come utente registrato cliccando QUI

Potrebbero interessarti anche…
Segnala un problema su questa pagina




    Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy