Giudizio positivo ANEF sui sostegni previsti dal Governo per gli operatori del comparto montagna

Trento, 3 marzo 2021_Alla luce delle notizie giunte oggi pomeriggio, esprimiamo un giudizio positivo innanzitutto perché il Governo ha recepito in modo forte e concreto il grido d’aiuto della montagna.

 

Superando il sistema dei codici ATECO, tutti i professionisti e gli operatori del sistema turistico invernale potranno ricevere un indennizzo reale.

Soprattutto, ci fa piacere che sia stato stanziato un fondo ad hoc riservato agli impianti sciistici. Un sostegno fondamentale per permettere alle aziende funiviarie di sopravvivere alla totale perdita dei ricavi di questa stagione, che comporta per moltissimi operatori un periodo lungo 20 mesi senza incassi, a fronte di uscite costanti e non rinviabili.

Il fondo stanziato, se verrà confermato nella dimensione preannunciata, risulta essere coerente con i dati che, in assoluta trasparenza, ANEF ha già trasmesso al Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Auspichiamo ora che gli indennizzi vengano erogati secondo modalità che ricalchino quanto già fatto dai paesi d’oltralpe come la Francia e attraverso procedure che garantiscano alle aziende un versamento diretto e immediato, evitando ulteriori perdite di tempo dovute a passaggi intermedi.

Ribadiamo nuovamente al Governo la disponibilità di ANEF al dialogo e al confronto immediato.

Nota Stampa

    Articolo redatto da ANEF

ANEF, a livello nazionale, è l’unica associazione di categoria del settore riconosciuta da Confindustria, aderisce a Federturismo ed è anche l’unico interlocutore accreditato presso le organizzazioni sindacali ai fini del rinnovo del CCNL di settore. In ambito internazionale, ANEF aderisce a FIANET (Fédération Internationale des Associations Nationales d’exploitation de telepheriques) e OITAF (Organizzazione Internazionale Trasporti A Fune). Attualmente fanno capo ad ANEF circa il 90% delle aziende funiviarie italiane, distribuite sia nei territori alpini, sia in quelli appenninici, sia nelle isole. La rappresentatività è assicurata dall’adesione diretta, o tramite sezioni territoriali, di oltre 1.500 impianti, con una forza lavoro stimata di circa 13.000 unità, tra fissi e stagionali, nel periodo di piena attività.




Segnala un errore su questa pagina




    Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy

    Pubblica i tuoi contenuti

    Vuoi pubblicare i tuoi articoli o comunicati stampa su Funivie.org?