Tutti gli appuntamenti di settembre di ANEF per discutere il futuro della montagna

Sviluppo sostenibile, gestione delle risorse idriche, accessibilità della montagna, consapevolezza del proprio territorio, impatto ambientale: dopo un’estate complessivamente positiva per gli impiantisti italiani ci si prepara alla stagione invernale condividendo buone pratiche e tanti momenti di approfondimento.

 

Valorizzazione e tutela delle terre alte i temi che ANEF, Associazione Nazionale Esercenti impianti a Fune, approfondirà nel corso del mese, nell’ambito di una serie di occasioni di confronto che vengono affrontate con una sempre maggiore consapevolezza del proprio ruolo, a servizio dei turisti e della montagna stessa.

Lo sviluppo sostenibile e il ruolo determinante degli impiantisti come testa e motore dell’intera filiera turistica montana sono i temi fondamentali che Valeria Ghezzi, presidente di ANEF, porterà al convegno “La centralità della Montagna nelle politiche europee. Dal turismo allo sviluppo sostenibile” in programma a Courmayeur oggi, venerdì 15 settembre.

L’evento, organizzato da Alessandro Panza, Deputato del Parlamento Europeo, componente della commissione sviluppo regionale, si terrà presso la stazione Pavillon di Skyway Monte Bianco e sarà moderato da Marco di Marco, direttore di Sciare Magazine. Con Valeria Ghezzi, presidente di ANEF, Luciano Caveri, assessore regionale della Valle d’Aosta agli Affari europei, innovazione, Pnrr e politiche nazionali per la montagna, oltre ai presidenti del Collegio dei Maestri di sci, quello delle Guide alpine e del Club Alpino Italiano.

 

Una sempre migliore conoscenza dell’impatto ambientale di ogni impresa e le azioni per migliorarlo sono sfide che gli impiantisti hanno raccolto. La gestione dell’acqua, l’attenzione nel consumo, la tecnologia che permette di produrre solo la neve che serve veramente e nel modo più efficiente possibile, saranno al centro dell’incontro “Turismo Acqua e Cambiamento Climatico” il 20 settembre a RemTech di Ferrara. Sarà l’occasione per Valeria Ghezzi per evidenziare i progressi fatti per minimizzare lo spreco di risorse nella produzione della neve tecnica e l’importanza dei bacini artificiali di accumulo sempre più utili come riserva d’acqua non solo per lo sci ma anche per le altre attività economiche e civili. Il tutto nella necessaria consapevolezza che per innevare le piste non si consuma acqua ma la prende semplicemente in prestito: a fine della stagione sciistica sarà naturalmente restituita all’ambiente.

 

L’inclusione è poi il focus portante centrale del primo forum del welcoming dedicato all’evoluzione del turismo e dell’accoglienza previsto per il 21 e il 22 settembre Cortina d’Ampezzo: “Welcome to Cortina” si focalizzerà sul design inclusivo. L’organizzazione delle Paralimpiadi in Italia può̀, infatti, promuovere la piena accessibilità per tutti a una dimensione fatta di sport, panorami e attività della montagna. Gli impianti di risalita, capaci di accorciare le distanze e di rendere fruibili a tutti le “terre alte” svolgono un ruolo essenziale per abbattere le barriere e creare un turismo effettivamente inclusivo. In rappresentanza dell’associazione ci sarà Marco Grigoletto, presidente di ANEF Veneto.

 

L’importanza degli impiantisti come testa e motore della filiera turistica montana, le future politiche da intraprendere e la loro gestione: questi i temi al centro dell’Assemblea di Federturismo Confindustria, di cui Valeria Ghezzi è vicepresidente, che si terrà al Salone Nautico di Genova il 22 settembre 2023.

 

Sostenibilità, infine, la parola chiave dell’annuale Assemblea di ANEF in programma a Bibione il 28 e 29 settembre. Si approfondirà la tutela del territorio e delle comunità montane con un focus sui cambiamenti climatici analizzandoli e puntando a ipotizzare possibili scenari e azioni di adattamento alle nuove condizioni ambientali con approfondimenti tenuti da esperti del settore come Ada Rosa Balzan, docente ed esperta di sostenibilità e Massimo Fazzini, climatologo e nivologo di INGEO, Dipartimento di Ingegneria e Geologia dell’Università di Chieti-Pescara.


    Questo articolo è stato redatto da ANEF

ANEF, a livello nazionale, è l’unica associazione di categoria del settore riconosciuta da Confindustria, aderisce a Federturismo ed è anche l’unico interlocutore accreditato presso le organizzazioni sindacali ai fini del rinnovo del CCNL di settore. In ambito internazionale, ANEF aderisce a FIANET (Fédération Internationale des Associations Nationales d’exploitation de telepheriques) e OITAF (Organizzazione Internazionale Trasporti A Fune). Attualmente fanno capo ad ANEF circa il 90% delle aziende funiviarie italiane, distribuite sia nei territori alpini, sia in quelli appenninici, sia nelle isole. La rappresentatività è assicurata dall’adesione diretta, o tramite sezioni territoriali, di oltre 1.500 impianti, con una forza lavoro stimata di circa 13.000 unità, tra fissi e stagionali, nel periodo di piena attività.

Funivie.org non è responsabile dei contenuti pubblicati da autori esterni. Come diventare autore aziendale o privato.






Ti piacciono i contenuti di Funivie.org? Offrici almeno un caffè!

Tutto il nostro lavoro viene svolto in modo VOLONTARIO senza alcuna retribuzione nè pubblicità, e mantenere un sito non è gratis. Impieghiamo molte ore e risorse ogni giorno, oltre alle spese di hosting e di programmazione.

Se vuoi, puoi offrirci un piccolo aiuto o un semplice caffé tramite PayPal, scansionando questo codice con lo smartphone, oppure cliccandoci sopra, oppure effettuando una donazione come utente registrato cliccando QUI


Potrebbero interessarti anche…

Segnala un problema su questa pagina



    Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy

    Ultimo aggiornamento cache pagina: 23/04/2024, 17:15 Sito Forum