Bolzano: la funicolare del Virgolo sotto tutela dei Beni culturali

La Giunta provinciale ha approvato la delibera per la protezione diretta del percorso storico della funicolare del Virgolo

 

La funicolare del Virgolo è stata la prima e la più ripida funicolare dei dintorni di Bolzano dal 1907 al 1943. Su proposta dell’assessora provinciale all’Urbanistica e tutela del paesaggio e ai beni culturali, Maria Hochgruber Kuenzer, la Giunta provinciale nella sua seduta del 21 dicembre ha posto la linea della funicolare del Virgolo sotto la protezione diretta della Soprintendenza ai Beni culturali. “La funicolare del Virgolo è unica ed è stata conservata nel suo stato originale”, sottolinea l’assessora Hochgruber Kuenzer. “La protezione del percorso come monumento certificato è il risultato della sinergia tra il Dipartimento sviluppo del territorio, paesaggio e soprintendenza provinciale ai Beni culturali e l’Ufficio provinciale Beni architettonici e artistici, entrambi del mio dipartimento. Stiamo preservando questo importante esempio di funicolare del territorio alpino per le generazioni future”.

“È importante che strutture ingegneristiche così eccezionali della storia della mobilità del territorio siano percepite come beni culturali e siano conservate”, spiega la direttrice di ripartizione e soprintendente ai Beni culturali Karin Dalla Torre.

All’inizio del 2020, la consulta Beni culturali aveva presentato domanda alla direzione della ripartizione natura, paesaggio e sviluppo del territorio per mettere la funicolare del Virgolo sotto protezione dei Beni culturali, “poiché è un esempio importante di una tecnica di costruzione storica: la volta in pietra è stata utilizzata su un terreno estremamente ripido per superare il dislivello della linea di 342 metri su una zona impervia”. L’Ufficio provinciale per la pianificazione paesaggistica con il direttore, Peter Kasal, e la Ripartizione provinciale natura, paesaggio e sviluppo del territorio con la direttrice, Virna Bussadori, hanno fatto un importante lavoro preliminare per giungere alla tutela del bene. A ciò è seguita la proposta della Giunta provinciale di mettere la linea della funicolare sotto la protezione della Soprintendenza ai Beni culturali invece che sotto il Dipartimento tutela del paesaggio. Si è inoltre deciso che le stazioni a monte ed a valle non saranno tutelate.

La funicolare del Virgolo fu progettata dagli ingegneri Emil Strub (Zurigo), progettista della funicolare della Mendola, ed Erwin Schwarz di Bolzano. Gli appaltatori erano Guschelbauer Marek di Bolzano e la Rollsche Eisenwerke di Berna. Dal 1907 al 1943 la ferrovia ha collegato il fondovalle di Bolzano con il ristorante Virglwarte sul Virgolo. La linea della funicolare, lunga 342 metri, supera un dislivello di 196 metri con una pendenza che raggiunge il 70%. Il percorso con i due archi del viadotto lungo il ripido pendio della montagna è stato conservato come figurava nel progetto originale.

    Questo articolo è stato redatto da Funivie.org

Fondato nel 2003 e con una media di 2000 visitatori unici al giorno, Funivie.org è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, lavorano o semplicemente amano la tecnologia funiviaria.







Ti piacciono i contenuti di Funivie.org?

Tutto il nostro lavoro viene svolto senza alcuna retribuzione nè pubblicità, e mantenere un sito non è gratis. Impieghiamo molte ore e risorse ogni giorno, oltre alle spese di hosting e di programmazione.

Se vuoi, puoi offrirci un piccolo aiuto o un semplice caffé tramite PayPal, scansionando questo codice con lo smartphone, oppure cliccandoci sopra, oppure effettuando una donazione come utente registrato cliccando QUI


Se vuoi collaborare inviando articoli o puoi farlo come ditta o come privato.

Potrebbero interessarti anche…
Segnala un problema su questa pagina



    Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy


    Ultimo aggiornamento cache pagina: 6/10/2022, 14:54