La nuova cabinovia Olang 1-2, Doppelmayr da record

Dal 2020 la nuova cabinovia monofune a 10 posti “Olang 1-2” sostituirà la vecchia cabinovia esaposto e potrà trasportare fino a 3.900 passeggeri l’ora. Per la realizzazione del nuovo impianto di risalita, Plan de Corones si è affidata alla Doppelmayr Italia Srl, leader mondiale del mercato nel settore funiviario, che installerà due impianti della nuova generazione D-Line.

Si tratta di un impianto da record: le cabine saranno le nuovissime CWA Omega V dotate di riscaldamento dei sedili, sospese ad una fune con un diametro di ben 64 mm, la più grossa mai installata in Italia; anche la potenza installata, di 2.100 kW, contraddistingue questo impianto come uno dei più potenti d’Europa.

La sicurezza sarà garantita da un sistema di nuova generazione NEXO per il monitoraggio continuo della posizione della fune e che, anche in questo caso, sarà una assoluta novità per l’Italia. Come la cabinovia attuale, anche il nuovo impianto permetterà di percorrere entrambi i tratti senza trasbordo.

Il progetto Olang riunisce così aziende sinonimo di innovazione e qualità nel settore funiviario. L’impianto esistente, realizzato nel 1989 proprio da Doppelmayr, ha una portata di 2.160 sciatori l’ora.

Dalla stazione a valle a quota 1.164 m s.l.m. il primo tronco “Olang I“ copre un tratto di 3.026 m fino alla stazione intermedia a quota 2089 m s.l.m.; da qui la „Olang II“ percorre ulteriori 1.063 m fino a raggiungere la stazione a monte, alla quota di 2.275 m s.l.m..

La nuova cabinovia Olang l+ll renderà dunque ancora più gradevole il paesaggio in cui trascorrere un’indimenticabile vacanza sugli sci.


    Questo articolo è stato redatto da Doppelmayr

Il Gruppo Doppelmayr rappresenta la qualità, la tecnologia e la leadership di mercato nella costruzione di impianti a fune per il trasporto di persone e materiali e di soluzioni intralogistiche ad alta tecnologia. L'azienda vanta 130 anni di storia e un secolo di esperienza nella progettazione, sviluppo, design, produzione e costruzione di impianti a fune. Questa tecnologia collaudata e la sua affidabilità hanno reso gli impianti a fune una soluzione di mobilità popolare e performante nelle regioni sciistiche, ricreative e nelle città di tutto il mondo.

Funivie.org non è responsabile dei contenuti pubblicati da autori esterni. Come diventare autore aziendale o privato.






Ti piacciono i contenuti di Funivie.org? Offrici almeno un caffè!

Tutto il nostro lavoro viene svolto in modo VOLONTARIO senza alcuna retribuzione nè pubblicità, e mantenere un sito non è gratis. Impieghiamo molte ore e risorse ogni giorno, oltre alle spese di hosting e di programmazione.

Se vuoi, puoi offrirci un piccolo aiuto o un semplice caffé tramite PayPal, scansionando questo codice con lo smartphone, oppure cliccandoci sopra, oppure effettuando una donazione come utente registrato cliccando QUI


Potrebbero interessarti anche…

Segnala un problema su questa pagina



    Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy

    Ultimo aggiornamento cache pagina: 23/06/2024, 10:31 Sito Forum