Doppelmayr: gli impianti realizzati a Lana nel 2020

Nonostante il 2020 sia stato segnato dalla pandemia che ha sconvolto l’economia mondiale, lo stabilimento italiano del gruppo Doppelmayr fortunatamente ha viste confermate le commesse previste, ed ha realizzato 7 nuovi impianti pronti ad entrare in servizio per la prossima stagione invernale. Anche quest’anno tutti gli impianti sono di tipo D-Line, l’ultima generazione sviluppata in casa Doppelmayr, con due opere particolarmente notevoli, le due cabinovie Olang 1+2 e König Laurin 1+2.

Cabinovie 2×10-MGD Olang 1+2 @Plan de Corones, BZ

Dal 2020 la nuova cabinovia monofune a 10 posti “Olang 1+2” sostituirà la vecchia cabinovia esaposto di Valdaora e potrà trasportare fino a 3.900 passeggeri l’ora. Si tratta di un impianto da record: le cabine saranno le nuovissime Omega V dotate di riscaldamento dei sedili, sospese ad una fune con un diametro di ben 64 mm, la più grossa mai installata in Italia; anche la potenza installata, di 2.100 kW, contraddistingue questo impianto come uno dei più potenti d’Europa e consentirà, dopo l’approvazione, di raggiungere la velocità di 6,5 metri al secondo, altro record nel settore. La sicurezza sarà garantita da un sistema di nuova generazione per il monitoraggio continuo della posizione della fune e che, anche in questo caso, sarà una assoluta novità per l’Italia. Naturalmente, come l’impianto precedente, anche il nuovo impianto permetterà di percorrere entrambi i tratti senza trasbordo.

La progettazione delle nuove coperture delle stazioni è stata affidata allo studio di architettura Schlotthauer Matthiessen Architecturemade. Con le particolari coperture trasparenti a forma di onda, gli architetti tedeschi hanno messo in evidenza la moderna tecnica funiviaria D-Line. Dalla stazione a valle a quota 1.164 m s.l.m. il primo tronco copre un tratto di 3.026 m fino alla stazione intermedia a quota 2089 m s.l.m.; da qui il secondo percorre ulteriori 1.063 m fino alla stazione a monte, alla quota di 2.275 m s.l.m. La nuova cabinovia Olang 1+2 renderà dunque ancora più gradevole il paesaggio in cui trascorrere un’indimenticabile vacanza sugli sci.

Cabinovie 2×10-MGD König Laurin @Carezza, BZ

La nuova cabinovia, realizzata in due tronchi collegati, va a sostituire due obsolete seggiovie ad attacchi fissi, portando direttamente al rifugio Fronza alle Coronelle, straordinario punto panoramico sul lago di Carezza e sui massicci del Catinaccio e Latemar e punto di partenza per numerosi sentieri escursionistici.

Particolarità di questo impianto è la stazione a monte, completamente interrata e non visibile, se non per le due aperture di ingresso e uscita delle cabine; questo per ridurre al minimo l’impatto ambientale dell’impianto in un ambiente così delicato. I motori sono posizionati alla stazione intermedia, che si trova in un luogo isolato, e sono del tipo Doppelmayr Direct Drive senza riduttore e relativo lubrificante, particolarmente silenziosi ed ecocompatibili. Le 58 cabine saranno le nuove Omega V, di colore nero lucido e con panche imbottite, che transiteranno tra i due tronchi permettendo ai passeggeri di rimanere in cabina.

Cabinovia 10-MGD Fortini @Madonna di Campiglio, TN

Questo impianto sostituisce una seggiovia quadriposto ad ammorsamento automatico, partendo però dal lato opposto della strada statale, nelle vicinanze della stazione della cabinovia del Grosté; in tal modo il ponte che collega i due versanti sarà utilizzato in una sola direzione con maggior spazio a disposizione. Nelle ultime stagioni invernali il vecchio impianto ha registrato più di un milione di passaggi, venendo utilizzato oltre che dalla clientela di Madonna di Campiglio, anche da quella ospite nelle due località limitrofe di Pinzolo e Folgarida-Marilleva per il rientro serale, formando code molto lunghe.

La scelta di sostituire la seggiovia con una cabinovia è stata dettata dall’intento di decongestionare nelle ore pomeridiane il rientro degli sciatori, consentendo una portata finale di 3600 persone/ora grazie alle stazioni più lunghe del normale. Le nuove cabine saranno dotate di portasci interni, panche riscaldate e di una livrea accattivante, e saranno ospitate in un magazzino interrato, mentre l’impianto sarà azionato da un sistema Direct Drive a risparmio energetico e monitorato dal moderno sistema D-Connect.

 

Seggiovia 6-CLD Kristiania @Canazei, TN

Negli ultimi anni, a seguito della costruzione della nuova funivia “Alba – Col dei Rossi” che ha connesso le ski aree del Ciampac e del Buffaure al Sella Ronda, è notevolmente aumentata la richiesta di portata verso la stazione di monte di tale impianto. La vecchia seggiovia Kristiania, non raggiungendo la cima del Col dei Rossi non si prestava a soddisfare tale richiesta, e l’età dell’impianto ha fatto propendere per una totale sostituzione con un nuovo impianto della serie D-Line.

Le nuove seggiole, con sedili singoli e cupole, saranno dotate di portasci individuali e di bloccaggio automatico della barra anticaduta, che si sbloccherà solo all’ingresso nella stazione di monte. Anche qui troviamo l’azionamento diretto Doppelmayr Direct Drive.

 

Funivia 40-ATW Verdines-Talle @Scena/Merano, BZ

Questa funivia con due cabine da 40 posti e doppie funi portanti rappresenta una assoluta novità in Italia; è il primo impianto realizzato con una tecnologia definita “soccorso integrato”, che garantisce di riportare in stazione le vetture anche in caso di guasti tecnici, senza dover ricorrere alla calata dei viaggiatori o al salvataggio tramite carrelli di soccorso. L’impianto è stato analizzato e ripensato in tutte le sue parti principali, e tutti gli elementi soggetti a potenziale rottura sono stati ridondati, o sono state studiate soluzioni tecniche volte a consentire la movimentazione dei veicoli anche in emergenza. Anche tutti i locali a rischio incendio sono stati compartimentati, e gli impianti elettrici divisi e ridondati. La funivia verrà inaugurata la prossima primavera, in quanto dedicata prevalentemente al servizio estivo.

    Articolo redatto da Doppelmayr

Il Gruppo Doppelmayr/Garaventa definisce continuamente nuovi standard di riferimento con innovativi sistemi di trasporto a fune. Il massimo comfort e sicurezza sono le caratteristiche che contraddistinguono i suoi impianti a fune, sia per le stazioni turistiche estive ed invernali che per il trasporto urbano. L'efficienza e le prestazioni dei sistemi di trasporto materiali sono altrettanto impressionanti. Doppelmayr/Garaventa, leader mondiale della qualità, della tecnologia e del mercato funiviario, gestisce impianti di produzione e centri di vendita e assistenza in oltre 40 paesi del mondo. Ad oggi, il Gruppo ha costruito più di 15.100 impianti per clienti in oltre 96 Paesi del mondo.


Ricerca articoli per filtri multipli
Cerchi, ad esempio, tutte le funivie in Piemonte? Filtra gli articoli per tag multipli

Segnala un errore su questa pagina




    Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy

    Pubblica i tuoi contenuti su Funivie.org

    Vuoi pubblicare i tuoi articoli o comunicati stampa su Funivie.org?