Panasonic sperimenta “droni funiviari” per la consegna di merci

Il gigante tecnologico Panasonic, in collaborazione con Tokyu e l’Agenzia per il Rinascimento Urbano (UR), sta per lanciare un audace progetto pilota destinato a rivoluzionare il panorama delle consegne in Giappone. La mossa è una risposta diretta alla crescente sfida legata all’impennata della popolazione anziana del paese, che ha messo a dura prova la forza lavoro tradizionale.

 

L’innovativo sistema di consegne si basa su un’idea fuori dal comune: l’uso di teleferiche automatiche per consegnare merci nelle zone residenziali del sobborgo di Kawasaki, nella prefettura di Kanagawa. Si tratta di un tentativo pionieristico che potrebbe avere un impatto significativo sulla logistica delle consegne e offrire nuove opportunità di acquisto agli anziani, oltre a promuovere il senso di comunità e la collaborazione tra i residenti.

Veicolo automotore autonomo

Il pubblico sarà coinvolto fin dall’inizio, con la possibilità di sperimentare il sistema a partire dal 18 novembre. Questa iniziativa mira a garantire la trasparenza dei test e coinvolgere attivamente la popolazione. Il progetto si pone l’ambizioso obiettivo di affrontare problemi sociali critici come la crescente carenza di personale per le consegne e l’aumento dei costi associati a tali operazioni, soprattutto nelle aree caratterizzate da una significativa anzianità della popolazione.

Oltre a migliorare l’accessibilità agli acquisti nelle zone periferiche, l’obiettivo è promuovere il senso di appartenenza alla comunità, migliorare il benessere dei residenti e rinvigorire le tradizioni locali di comunicazione e assistenza reciproca. In un’epoca in cui il lavoro umano è sempre più scarso, Panasonic ha preso l’iniziativa di sviluppare sistemi di consegna robotizzati, come parte della risposta alla cosiddetta “Sfida 2024”. Questa sfida rappresenta una risposta diretta alla crisi occupazionale che sta mettendo a dura prova il settore della logistica, e cerca di affrontare l’accessibilità limitata ai negozi tradizionali nelle zone periferiche.

Oltre a introdurre robot per le consegne, il progetto pilota si propone di condurre un’analisi dettagliata sull’efficienza di questo sistema, valutando il suo impatto sullo stile di vita dei residenti e il ruolo potenziale dei droni nelle future infrastrutture urbane. Si prevede che l’espansione del servizio di consegna automatica in più località non solo faciliterà la logistica degli acquisti per i residenti, ma contribuirà anche a promuovere l’attività sociale e l’aiuto reciproco, specialmente tra la popolazione anziana che potrebbe risentire di problemi di accesso a beni e servizi.

Linea con funi portanti fisse e veicoli automotori

La “Sfida del 2024” in Giappone è un tema centrale che si sta affrontando in risposta all’invecchiamento della popolazione, una sfida che si traduce nella prevista carenza di manodopera. Il Giappone, essendo una nazione industrializzata, si trova ad affrontare sfide uniche come la diminuzione della popolazione giovane e l’incremento costante del numero di anziani che abbandonano il mercato del lavoro. Questa situazione porta a una significativa riduzione della forza lavoro disponibile, soprattutto nei settori che richiedono sforzo fisico, come l’edilizia e la logistica. Questo scenario ha reso inevitabile l’adozione di innovazioni e riforme, tra cui l’automazione e la robotica.

Locker di deposito

Per quanto riguarda Tokyu Corporation, si tratta di un conglomerato giapponese che spazia in diverse attività, tra cui il settore ferroviario, l’immobiliare e il tempo libero. L’azienda è particolarmente conosciuta per la gestione delle ferrovie pendolari nella regione di Tokyo, ma vanta anche una vasta proprietà immobiliare, che comprende complessi residenziali, centri commerciali ed edifici per uffici. Inoltre, Tokyu è coinvolta in progetti nel settore del tempo libero e dell’ospitalità, gestendo hotel, resort e luoghi di intrattenimento. L’azienda è rinomata per essere un pioniere nello sviluppo sostenibile, con progetti di smart city e architettura ecologica. Inoltre, Tokyu è attiva a livello internazionale, investendo in progetti al di fuori dei confini giapponesi e svolgendo un ruolo significativo nello sviluppo delle infrastrutture e nella pianificazione urbana del paese.

L’Agenzia per il Rinascimento Urbano (UR) è un organismo governativo giapponese impegnato nello sviluppo di progetti urbani con l’obiettivo di migliorare la qualità delle aree residenziali, garantire alloggi a prezzi accessibili e promuovere la crescita economica attraverso la pianificazione urbana. L’agenzia è anche fortemente impegnata nella protezione ambientale e nel promuovere lo sviluppo sostenibile, con iniziative che abbracciano la bioedilizia e le smart city.

Comunicato stampa Panasonic


    Questo articolo è stato redatto da comunicato stampa esterno

Comunicato stampa esterno, Funivie.org non è l'autore dell'articolo. E' possibile inviare comunicati stampa tramite il > modulo semplificato oppure > accreditandosi nell'area aziende oppure inviandolo a press@funivie.org.

Funivie.org non è responsabile dei contenuti pubblicati da autori esterni. Come diventare autore aziendale o privato.






Ti piacciono i contenuti di Funivie.org? Offrici almeno un caffè!

Tutto il nostro lavoro viene svolto in modo VOLONTARIO senza alcuna retribuzione nè pubblicità, e mantenere un sito non è gratis. Impieghiamo molte ore e risorse ogni giorno, oltre alle spese di hosting e di programmazione.

Se vuoi, puoi offrirci un piccolo aiuto o un semplice caffé tramite PayPal, scansionando questo codice con lo smartphone, oppure cliccandoci sopra, oppure effettuando una donazione come utente registrato cliccando QUI


Potrebbero interessarti anche…

Segnala un problema su questa pagina



    Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy

    Ultimo aggiornamento cache pagina: 20/06/2024, 22:56 Sito Forum