OITAF Bolzano 2017: Le relazioni del congresso

Di seguito le relazioni messe a disposizione dal sito del congresso OITAF 2017

 

1. Sessione: sviluppo delle funivie in aree urbane e turistiche

Comparazione fra sistemi funiviari e altri mezzi di trasporto pubblico sull’esempio di Tolosa (F)

Cyril Ladier – Direttore del progetto funiviario per i trasporti pubblici a Tolosa

Mi Teleferico, La Paz/El Alto (Bolivia) – un successo

César Dockweiler – Direttore generale della società pubblica Mi Teleferico di La Paz 

La funivia di Medellin, aspetti economici e sociali

Jorge Ramos – Esponente del comune di Medellín

Gli investimenti in strutture funiviarie creano benessere nel territorio alpino

Peter Schröcksnadel – Imprenditore, progettista di stazioni sciistiche e presidente della Federazione austriaca dello sci

Crescere o morire? La sfida della crescita per le aree sciistiche montane europee

Klaus Grabler – Amministratore delegato della MANOVA GmbH

2. Sessione: esercizio delle funivie, aspetti tecnici e finziari

Il rischio obiettivo e il rischio percepito

Manfred Müller – Pilota e comandate della Lufthansa, docente di gestione del rischio

Sempre in movimento per far muovere le persone: come mantenere una struttura in esercizio per 365 giorni all’anno.  

Diego Scofano; Giuseppe Pellegrini – Direttore e responsabile della funivia del Pan di Zucchero a Rio de Janeiro

Che cos’è la stagionalità? Come tenere aperte tutto l’anno le destinazioni turistiche montane

Harald Pechlaner; Gerhard Vanzi – Direttore dell’Istituto per lo sviluppo regionale e la gestione del territorio all’Accademia europea di Bolzano; titolare della cattedra di turismo all’Università cattolica di Eichstätt-Ingolstatt e Ricercatore affiliato senjor all’Istituto per lo sviluppo regionale e la gestione del territorio all’Accademia Europea di Bolzano

Il sistema di gestione della sicurezza: uno strumento per gestire il rischio in un’impresa funiviariaGaëtan Rioult – Responsabile della sezione funivie dello STRMTG (Service technique des remontées mécaniques et des transports guidés) presso la direzione generale per le infrastrutture, i trasporti e le attività marittime (F)

La digitalizzazione: la chiave per migliorare l’efficienza

Michael Arnold – Responsabile della SisControl, SISAG

L’esercizio di impianti a fune non presidiati

Thibault Chatelus – Dipartimento funivie dello STRMTG (Service technique des remontées mécaniques et des transports guidés) – Direzione generale infrastrutture, trasporti e attività marittime (F)

Sognando il congresso OITAF del 2053

Pier Giorgio Graziano – Per molti anni direttore tecnico della ditta costruttrice funiviaria Agudio, ora consulente di impianti a fune e… scrittore per hobby.

3. Sessione: Tecnica funiviaria pura

Le vacanze in montagna: tendenze future

Ulf Sonntag – Responsabile delle indagini di mercato presso l’Istituto di ricerca sul turismo e i soggiorni balneari nell’Europa del Nord 

Doppelmayr/Garaventa: tecnologia puraIwan Bissig – Doppelmayr Garaventa – Tecnologia pura 

Michael Mathis (Peter Luger) – Doppelmayr Garaventa – Tecnologia pura 

Leitner Poma – Tecnologia pura

Giorgio Pilotti – Leitner

Claudio Tonetta – Leitner

Michaël Fauche – Poma

Nuove conoscenze sulle opportunità e i limiti delle ispezioni funiviarie visive.

Marina Härtel – Istituto di tecnologia die trasporti e logistica dell’Università di Stoccarda

Analisi delle prestazioni dei sensori induttivi aperti

Andrea Cernigoi; Boris Sosic – Facoltà di ingegneria e architettura dell’Università di Trieste

Il ruolo delle funi in fibra nella costruzione di impianti funiviari

Konstantin Kühner – Istituto di tecnologia dei trasporti e logistica dell’Università di Stoccarda 

4. Sessione: Sostenibilità degli impianti di risalita

Il futuro delle funivie urbane: come si sta affrontando questa sfida urgente nei paesi europei

Heiner Monheim – Esperto di trasporti, professore emerito di geografia applicata, sviluppo urbanistico e pianificazione territoriale all’Università di Treviri (D), contitolare della Raumkom, Istituto di sviluppo urbanistico e comunicazione (Treviri/Bonn/Malente)

Il lato “verde” di un’impresa funiviaria sull’esempio della Schmittenhöhebahn AG di Zell am See (A), l’unica impresa del settore al mondo ad aver ottenuto la certificazione EMAS

Erich Egger – Amministratore unico della Schmittenhöhebahn AG

vantaggi di un progetto funiviario per la natura: l’esempio delle Hangursbanen a Voss (Norvegia)

Kåre Flatlandsmo – Direttore del programma norvegese di ricerca e sviluppo intitolato “La sicurezza delle funivie aeree”

Le tendenze attuali delle funivie urbane nel Nordamerica – 2016

Mike Deiparine – Ingegnere professionista, direttore di progetto senjor dell’Engineering Specialties Group

Le Dolomiti: una terra da ammirare

Sandro Lazzari – Imprenditore funiviario dagli anni ’60 in Val Gardena e poi in Val di Fassa, dal 1993 al 2014 presidente dell’ANEF, per 9 anni presidente della FIANET (Federazione internazionale degli esercenti di impianti a fune). Dal 1993 fa parte del consiglio direttivo dell’OITAF. Fin dalla sua fondazione ha partecipato all’organizzazione e gestione del Dolomiti Superski, di cui da 9 anni è presidente.

Presentazione del workshop degli studenti di Innsbruck e Bolzano

L’impronta ecologica di un impianto funiviario in ambiente urbano

Klaus Erharter – Direttore tecnico della Leitner Ropeways

La storia delle funivie – Serata pubblica

Verso l’alto, la storia delle funivie

Wittfrida Mitterer – Curatorium Beni culturali

Giuliano Zannotti – Agudio


    Questo articolo è stato redatto da OITAF

L’O.I.T.A.F. è l’Organizzazione internazionale del settore funiviario. È stata fondata nel 1959 a Milano (I). Di essa fanno parte aderenti provenienti da 30 paesi del mondo. La fondazione dell’O.I.T.A.F. è derivata dalla necessità di riunire in un’unica organizzazione le tre categorie del mondo funiviario e cioè: gli esercenti o le imprese funiviarie, i costruttori di impianti a fune, le autorità di sorveglianza (in rappresentanza dello stato e degli utenti) per poter risolvere insieme i problemi che si ponevano. Ne fanno inoltre parte quelle istituzioni che svolgono ricerche e sviluppo per il settore, come ad es. università, scuole superiori e laboratori, nonché singoli professionisti che esercitano le proprie attività o hanno interessi nel settore funiviario.

Funivie.org non è responsabile dei contenuti pubblicati da autori esterni. Come diventare autore aziendale o privato.






Ti piacciono i contenuti di Funivie.org? Offrici almeno un caffè!

Tutto il nostro lavoro viene svolto in modo VOLONTARIO senza alcuna retribuzione nè pubblicità, e mantenere un sito non è gratis. Impieghiamo molte ore e risorse ogni giorno, oltre alle spese di hosting e di programmazione.

Se vuoi, puoi offrirci un piccolo aiuto o un semplice caffé tramite PayPal, scansionando questo codice con lo smartphone, oppure cliccandoci sopra, oppure effettuando una donazione come utente registrato cliccando QUI


Potrebbero interessarti anche…

Segnala un problema su questa pagina



    Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy

    Ultimo aggiornamento cache pagina: 23/04/2024, 19:17 Sito Forum