Nuove teleferiche per i rifugi Plan e Petrarca in Val Passiria

Con le teleferiche facciamo giungere ai rifugi materiali e viveri in maniera sostenibile ed a basso costo, ha riferito l’assessore al Patrimonio

 

Su proposta dell’assessore al Patrimonio, competente per i 26 rifugi che sono passati dallo Stato alla Provincia, per il rifugio Plan ed il rifugio Petrarca all’Altissima, entrambi siti nel Comune di Moso in Passiria, saranno realizzate due nuove teleferiche per il trasporto di materiali e viveri, in sostituzione degli impianti esistenti, che non soddisfano più gli attuali standard di sicurezza.

L’assessore ha evidenziato l’importanza delle teleferiche, le quali servono per il trasporto di materiali durante i lavori di manutenzione e ristrutturazione dei rifugi ed a rifornire i rifugi con viveri e materiali di soccorso di vario genere. La funzione della teleferica è, pertanto, di supporto a chi lavora ad alta quota ed ai gestori dei rifugi e permette di ridurre il ricorso all’elicottero, risparmiando in tal modo le spese ed offrendo un servizio sostenibile. L’assessore ha concluso dicendo che si costruisce sempre nel rispetto dell’ambiente alpino, evitando inquinamento e rumore.

Con un investimento complessivo di circa 1,7 milioni di euro tra lavori, espropri e servitù, spese tecniche ed IVA, le teleferiche che verranno realizzate sono del tipo monocabina, con un collegamento diretto “va e torna” e ciascuna teleferica sarà in grado di trasportare un carico di almeno 400 kg. Per il Rifugio Plan il tracciato della teleferica di 2,6 km parte nei pressi del paese, la stazione a monte si trova nei pressi del rifugio a quota 2.9883 m s.l.m. ed il dislivello è pari a 1.350 m. La stazione a monte del Rifugio Petrarca è sita a quota 2.877 m s.l.m., mentre la stazione a valle è situata nei pressi della Malga Lazins. Il dislivello è pari a 1.042 m, il tracciato 3,3 km.

Comunicato stampa Provincia Autonoma di Bolzano

    Questo articolo è stato redatto da comunicato stampa esterno

Comunicato stampa esterno inviato a press@funivie.org. Funivie.org non è l'autore dell'articolo e non si assume nessuna responsabilità sui contenuti in esso riportati.







Ti piacciono i contenuti di Funivie.org?

Tutto il nostro lavoro viene svolto senza alcuna retribuzione nè pubblicità, e mantenere un sito non è gratis. Impieghiamo molte ore e risorse ogni giorno, oltre alle spese di hosting e di programmazione.

Se vuoi, puoi offrirci un piccolo aiuto o un semplice caffé tramite PayPal, scansionando questo codice con lo smartphone, oppure cliccandoci sopra, oppure effettuando una donazione come utente registrato cliccando QUI


Se vuoi collaborare inviando articoli o puoi farlo come ditta o come privato.

Potrebbero interessarti anche…
Segnala un problema su questa pagina



    Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy


    Ultimo aggiornamento cache pagina: 25/09/2022, 0:30