Nuova Zelanda, tecnologia Made in Italy per salire sulla vetta del Signore degli Anelli

Leitner ropeways ha realizzato la cabinovia Sky Waka: meno di cinque minuti per coprire i 1,8 chilometri del monte Ruapehu tra cascate e cime innevate del Tongariro. E i neozelandesi la definiscono «l’attrazione turistica più entusiasmante del Paese»

A pochi giorni dall’inaugurazione ufficiale avvenuta il 26 luglio, è già stata definita come «l’attrazione turistica più entusiasmante della Nuova Zelanda».

Fra Vipiteno, sede di LEITNER ropeways e la Nuova Zelanda ci sono più di 18.500 km di distanza. Ma la tecnologia made in Alto Adige colma ogni gap territoriale: LEITNER ropeways ha griffato la nuova cabinovia Sky Waka, che percorre 1,8 chilometri su uno dei paesaggi più spettacolari del territorio neozelandese, salendo sul monte Ruapehu, superando cascate e cime innevate, nel comprensorio sciistico di Whakapapa, dichiarato patrimonio mondiale dell’Unesco.

Una montagna dall’alto valore simbolico: considerata sacra dal popolo Maori, è amata anche dagli appassionati de «Il signore degli anelli», visto che è stata set di una buona parte della trasposizione cinematografica.

Un progetto che ha rappresentato anche una sfida dal punto di vista tecnologico per l’azienda di Vipiteno, considerato la presenza sull’isola del nord della Nuova Zelanda di un vulcano ancora attivo, che ha imposto particolare attenzione al posizionamento e altezza dei 14 sostegni della cabinovia, che non dovranno essere messi a rischio dalle colate di lahar, cioè colate di fango e detriti. Anche le condizioni meteorologiche del luogo hanno influito sulle scelte tecniche adottate, dato che in vetta i venti possono raggiungere i 275 km/h: per questo motivo ciascuna delle 53 cabine EVO è stata realizzata con 80 chili di acciaio aggiuntivi, in modo da garantirne una maggiore stabilità al vento.

Un tragitto che ha come punto d’arrivo il Knoll Ridge Chalet, con cabine da 10 posti capaci di trasportare 2.600 persone l’ora. Il Ceo di Ruapehu Alpine Lifts (RAL), Ross Copland ha ricordato, durante l’inaugurazione, come «Sky Waka è un’esperienza unica nel suo genere in Nuova Zelanda, capace di trasformare l’esperienza dei visitatori, elevandola a un livello mai raggiunto, portando con sé anche un enorme impulso per l’economia locale, per alloggi, ristoranti, attività turistiche e con la creazione di molti posti di lavoro».

Il nuovo Sky Waka, l’opera nel suo complesso è costata 15 milioni di euro, ha a disposizione oltre cinquanta cabine con ampie vetrate, dotate di portasci, impianto audio e sedili in pelle per ognuno dei dieci passeggeri che possono ospitare. Correrà dall’area di base del Bruce direttamente al Knoll Ridge Chalet, percorrendo 1,8 km in circa 5 minuti.

A 2020 metri sul livello del mare, con vista mozzafiato sui pinnacoli e sulla valle sottostante, Knoll Ridge Chalet è aperto tutto l’anno per un’esperienza gastronomica mozzafiato, ed è il più alto ristorante della Nuova Zelanda.

In contemporanea con Sky Waka da segnalare infine che LEITNER ropeways ha portato a termine un ulteriore progetto anche sull’altra delle due isole principali della Nuova Zelanda, l’Isola del Sud. Nei pressi della città di Queenstown, nel comprensorio di “Coronet Peak”, è stato realizzato infatti un impianto Telemix (una combinazione tra seggiovia e cabinovia). Siccome l’area è una destinazione turistica molto frequentata non solo in inverno ma anche in estate, quando diventa meta apprezzata di escursionisti e ciclisti, un terzo delle seggiole sarà equipaggiato con pratici supporti per biciclette.

GD10 Sky Waka

  • Lunghezza: 1799 m
  • Dislivello: 381 m
  • Velocità: 6 m/s
  • Capacità: 2400 p/h
  • Numero di cabine: 49
  • Numero di sostegni: 14

    Articolo redatto da Leitner Ropeways

LEITNER ropeways è membro di HIGH TECHNOLOGY INDUSTRIES, che raggruppa i marchi PRINOTH (veicoli battipista e cingolati multiuso), DEMACLENKO (impianti di innevamento), LEITWIND (impianti eolici), POMA (impianti a fune), MINIMETRO (veicoli su rotaia) e AGUDIO (teleferiche). LEITNER ropeways opera nel settore degli sport invernali, del turismo e del trasporto urbano di persone. L’azienda, fondata nel 1888, ha la sua sede centrale a Vipiteno (BZ), Alto Adige/Italia. Stabilimenti produttivi per gli impianti a fune in Italia, Austria, Francia, Slovacchia, Stati Uniti e Cina.





Filtro multiplo per parole chiave, cliccale per filtrare gli articoli, cliccale nuovamente per rimuoverle
$ Premium 1884 1908 1912 1919 1929 1935 1937 1939 1950 1951 1952 1953 1954 1955 1956 1957 1958 1959 1960 1962 1963 1964 1965 1966 1967 1968 1969 1972 1973 1974 1975 1976 1977 1978 1979 1980 1981 1982 1983 1984 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 2021 2026 ABL Abruzzo Agamatic Agudio AIPnD Algeria Aliauto Italia Allestimenti per piste da sci Alpina Snowmobiles Alpinbob Alpitec Altim Andorra ANEF Anticaduta Aperture estive Aperture invernali APM Applicazioni smartphone Arabbafly Argentina Assistenza clienti Attrazioni per parchi di divertimento ATW Australia Austria Automotore Azerbaijan Azionamenti elettrici Badoni Bambini Bandi Basilicata Battipista Belleli BGD Blueticketing BMB-Asi-Nidec BMF Bartholet Bolivia Bolognola Ski Bosnia ed Erzegovina Brasile Brembo Ski Bulgaria Campania Canada Carlevaro e Savio Carrozzeria Cavallini Cartografia CCM Ceretti Tanfani Ceriani CFM CGD CGF CGR Cile Cina CLD CLF COGE Colombia Compac Concorsi Contributi pubblici Controllo accessi Convegni e seminari Corea del Sud Corsi di abilitazione Corsi di formazione Cortech Cortina2021 CWA CWR Danimarca Demaclenko Ditte Divertimenti estivi Divertimenti invernali DMC Dolomiti Superski Doppelmayr Dovesciare Economia EEI Egitto Emilia-Romagna EMMEGI Enel Eritrea Estonia Federfuni Fiere Finlandia Fotovoltaico Francia Frey Friuli Venezia Giulia FUF FUL FUN Funitek Funivie Madonna di Campiglio Funivie urbane Gangloff Garau Giuseppe Garaventa GEA Georgia Germania Gestione flotte Gestione piste Giappone GIS Solution Gradio Graffer Grecia Guatemala Hoelzl e Kone Hölzl Imprese Turistiche Barziesi Inaugurazioni INE Infotainment Inghilterra Innevamento alta pressione Innevamento bassa pressione Innevamento indoor Innevamento sopra lo zero Interalpin Kaessbohrer LATIF Lazio LEGO Leitner Ropeways Liguria Lombardia Londra LST Lussemburgo Macchine operatrici Macedonia Magazzini Malesia MAN Management turistico Manifestazioni Marche Marchisio MCB MEB Impianti Messico MET Metalna MGD MGF MGF-J Militare MND Group Molise Montaz Mautino Montenegro Moosmair Mostre Motoslitte Mountain Planet MRL MRW Musei ed Esposizioni Nascivera Nepal Neveplast NeveXN Norvegia Nuova Zelanda OITAF Olanda Olimpiadi 2026 Olimpiadi Pyeongchang 2018 Opere su piste da sci Ospitalità in quota Pakistan Pechino2022 Personaggi PHB Pohlig Heckel Bleichert Piemonte Piemonte Funivie Pininfarina Piste artificiali Polonia Poma Poma Italia Portogallo PowerGIS Prinoth Prodotti per manutenzione Prowinter PWH Qatar Raduni Railcon Redaelli Referenze e statistiche Regno Unito Repubblica Ceca Repubblica Dominicana Rifugi e ristoranti Risparmio energetico Rolba Romania Ropecon Rosnati RTW Russia Sacif Safecom Senza operatori Serbia Sicilia Sicurezza sul lavoro Singapore SKIDATA Skipass Skiperformance SL Slittovia Slovacchia Slovenia SNIPER Technology Snowpark Snowstar Sacif Snowsuite Soccorso Sochi2014 Software Spagna SPM SpA Stati Uniti Steurer STM Sistem Teleferik Sudafrica Sunkid Svezia Svizzera Tappeti di imbarco Tappeti di risalita TechnoAlpin Teletrasporti Tesi TGD Thyssenkrupp Toscana Trasporto animali Trasporto biciclette Trasporto materiale Trentino Alto Adige Trojer Turchia Turismo in alta quota Ucraina Ungheria Valanghe Val Gardena Marketing Valle d'Aosta Veicoli Veneto Venezuela Vietnam Visite guidate VLE Von Roll Wipptal360 Zemella
Segnala un errore su questa pagina




Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy