Il sito di cantiere del Monte Bianco e Funivie.org

Dopo 5 anni di lavoro il cantiere del Monte Bianco è terminato, e gli impianti sono stati finalmente aperti al pubblico il 30 maggio 2015. Funivie.org ha svolto un importante ruolo per portare questi grandi lavori nel grande mondo di Internet.

Funivie.org ha seguito in prima linea tutto l’evolversi degli spettacolari cantieri, in primo luogo con l’ideazione e la proposta del sito di cantiere alla società esercente e al consorzio dei costruttori. Il favorevole accoglimento dell’idea ha portato ad una collaborazione ufficiale ed alla realizzazione di www.cordeemontblanc.eu (o www.nuovefuniviemontebianco.it) dove migliaia di visitatori ogni giorno, soprattutto grazie a “diario fotografico di cantiere” e alle webcam, hanno seguito giorno dopo giorno l’evolversi di questa ardita impresa ingegneristica ad alta quota.

sitocordee

Il sito dedicato al cantiere del Monte Bianco

Proprio le webcam, installate dalla società Funivie Monte Bianco in collaborazione con Meteoeye, sono state fondamentali per il successo dell’iniziativa, attirando ogni giorno tecnici, appassionati e semplici curiosi, a visitate la pagina dedicata. Con tutte le immagini scattate sono stati realizzati dei video Timelapse, visibili nel canale youtube dedicato.

https://www.youtube.com/watch?v=lMEAUWWUK54

utenti singoli

Le visite al sito di cantiere durante il periodo di costruzione

L’iniziativa non è nuova; un sito di cantiere simile, infatti, era già stato realizzato da Funivie.org per la costruzione del People Mover di Venezia ed è ancora online, anche se, chiaramente, l’opera del Bianco ha attirato un numero estremamente maggiore di visitatori per il grande impatto mediatico e turistico. La versione internazionale, tradotta in lingua inglese dall’agenzia Caesar di Roma, ha attirato turisti e curiosi da tutto il mondo.

L’iniziativa ha compreso anche un completo relaunch della pagina Facebook della società e dei canali Youtube e Twitter, con un media marketing ad aggiornamento quasi quotidiano sulle varie piattaforme, e strette e frequenti condivisioni di contenuti con le pagine social di Funivie.org.

mipiace

I mi piace sulla pagina Facebook della società durante il periodo di cantiere

Nell’estate del 2013, con la collaborazione della società, è stato organizzato un raduno aperto a tutti gli iscritti alla grande community di Funivie.org, con una visita accurata a tutti i tre cantieri ed ai locali tecnici delle opere in costruzione; l’iniziativa ha riscosso un grande successo ed un grande entusiasmo tra tutti i partecipanti.

DSD_0754pm

La visita ai cantieri del Monte Bianco

Ogni anno Funivie.org segue i principali cantieri italiani con gallerie fotografiche e schede tecniche dedicate ai vari impianti in costruzione; purtroppo nel territorio italiano l’usanza di realizzare siti di cantiere per i nuovi progetti è ancora poco diffusa se confrontata con quanto vediamo in altri paesi europei e negli Stati Uniti (Ischgl e Whistler Mountain sono due chiarissimi esempi), ma questa iniziativa ha dimostrato ancora una volta la validità di iniziative di questo genere unite alla potenza dei Social Media.

Funivie.org, il frutto di una enorme passione

Nato il 5 luglio 2003 dall’idea del fondatore – e ancor oggi principale curatore ed ideatore del sito di cantiere – Paolo Sutto, il ritrovo virtuale per addetti ai lavori e semplici appassionati di funivie è via via cresciuto grazie all’adesione delle principali ditte del settore e di molti utenti collaboratori.

Ogni giorno migliaia di utenti italiani ed esteri, nella piena filosofia del web 2.0, utilizzano il portale per pubblicare lo proprie immagini, discutere sulle ultime novità e tenersi informati sulle nuove tecnologie. L’impegno quotidiano dimostrato in questi anni di attività e le collaborazioni internazionali hanno portato Funivie.org ad essere il sito più completo e visitato dedicato ai trasporti funiviari, a livello mondiale.

Funivie.org è anche l’unico sito ad investire notevoli risorse anche nella divulgazione al grande pubblico di “come e cosa si può fare” con la tecnologia funiviaria, mai ristretto solamente al personale del settore, ma con collaborazioni con i principali media nazionali della carta stampata e dell’informazione si sono fatti conoscere per la prima volta a sindaci, tecnici, architetti e semplice “gente comune” i vantaggi del trasporto funiviario. Questo sito di cantiere è un ulteriore esempio di questa linea di pensiero.

Sulle pagine web sono disponibili circa 25.000 immagini di impianti a fune, dai grandi impianti del passato alle ultime novità. Mentre il forum, con gli oltre 110 mila messaggi contenuti e gli oltre 8500 iscritti è un grande archivio e luogo di discussione su ogni genere di impianto sia recente che storico. Un accurato e quotidiano lavoro di moderazione mantiene l’ordine e l’aggiornamento in ogni sezione, per facilitare la ricerca dei contenuti.

Un grande lavoro quindi in gran parte frutto della passione verso questo ristretto e particolare campo della tecnologia dei trasporti, che ha portato ancora una volta a  grandi soddisfazioni, e che ci consentirà di poter dire ai nostri figli e nipoti “Io c’ero”.

    Articolo redatto da Funivie.org

Fondato nel 2003 e con una media di 2000 visitatori unici al giorno, Funivie.org è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, lavorano o semplicemente amano la tecnologia funiviaria.





Segnala un errore su questa pagina




Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy