Doppelmayr Italia e le contromisure alla pandemia da Coronavirus

L’esplosione della pandemia da Coronavirus ha influenzato pesantemente tutto il mondo produttivo mondiale, e anche il gruppo Doppelmayr/Garaventa ha dovuto adeguare la propria organizzazione per ridurre al minimo i disagi ai collaboratori, ai propri clienti ed ai partner, garantendo l’avanzamento degli ordini previsti per lacantierizzazione nell’estate 2020, in particolare per la sede produttiva di Lana, dove molti ordini già acquisiti sono stati confermati dai clienti.

Fortunatamente il gruppo Doppelmayr/Garaventa già da anni era attrezzato per la virtualizzazione di vari posti di lavoro, e anche nell’impegno quotidiano numerosi collaboratori già utilizzavano il sistema gestionale tramite una connessione remota.

Tutti coloro che disponevano quindi di un PC hanno potuto lavorare in virtualizzazione direttamente in smart working, il sistema è stato immediatamente potenziato con nuovi server ed una connettività estesa; più complessa è stata l’organizzazione per i disegnatori, che hanno dovuto trasferire a casa le workstation aziendali, dato che nessun PC domestico sarebbe in grado di supportare le complesse elaborazioni della grafica CAD 3D. Attualmente tranne pochi, quasi tutti i collaboratori dei reparti amministrativi e di progettazione stanno lavorando da casa.

Situazione naturalmente diversa per i tecnici delle officine che hanno lavorato in numero ridotto per garantire lo svolgimento dei servizi essenziali come l’assistenza tecnica, e le revisioni di impianti aperti in servizio pubblico; proprio in questo ambito è stata conclusa con successo la revisione speciale decennale del People Mover di Venezia, che essendo un servizio di trasporto urbano non poteva rinunciare alla sua funzione. Una ventina di tecnici di produzione e montatori hanno quindi lavorato nella città lagunare, con adeguate protezioni individuali, per ridurre al minimo il tempo di fermo del collegamento.

Tutti gli uffici vengono continuamente sanificati da una azienda specializzata, mentre tutti i locali produttivi sono stati sanificati tramite una soluzione di EMI Controls, azienda controllata da TechnoAlpin, che ha utilizzato un cannone, derivato dalla tecnologia di innevamento, per diffondere negli ambienti una soluzione disinfettante. Inoltre è stata stipulata una polizza assicurativa sulla salute di tutti i collaboratori nel caso qualcuno di essi venga contagiato dalla malattia e sia costretto al ricovero ospedaliero.

    Articolo redatto da Doppelmayr

Il Gruppo Doppelmayr definisce continuamente nuovi standard di riferimento con innovativi sistemi di trasporto a fune. Il massimo comfort e sicurezza sono le caratteristiche che contraddistinguono i suoi impianti a fune, sia per le stazioni turistiche estive ed invernali che per il trasporto urbano. L'efficienza e le prestazioni dei sistemi di trasporto materiali sono altrettanto impressionanti. Doppelmayr, leader mondiale della qualità, della tecnologia e del mercato funiviario, gestisce impianti di produzione e centri di vendita e assistenza in oltre 40 paesi del mondo. Ad oggi, il Gruppo ha costruito più di 15.100 impianti per clienti in oltre 96 Paesi del mondo.




Pubblica i tuoi contenuti

Vuoi pubblicare i tuoi articoli o comunicati stampa su Funivie.org?

Segnala un problema su questa pagina




    Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy

    Pubblicità