Doppelmayr Direct Drive: silenzioso e con bassa manutenzione

Il motore è il cuore di un impianto a fune. Esso deve essere, da un lato potente e affidabile e, dall’altro, di facile manutenzione ed ecocompatibile. Il Doppelmayr Direct Drive risponde a tutti questi requisiti. La sua struttura modulare comporta inoltre molti vantaggi nel servizio quotidiano.

Ogni impianto a fune è un pezzo unico, con soluzioni specifiche per particolari esigenze. Di conseguenza, anche il sistema di azionamento viene armonizzato in modo individuale e mirato. Prestazioni quali l’efficienza ecologica ed economica sono sempre al centro dell’attenzione negli azionamenti di Doppelmayr/Garaventa.

Diversi sistemi di azionamento con svariati vantaggi e punti di forza consentono di scegliere la soluzione su misura. Il Doppelmayr Direct Drive (DDD) è potente, a basso consumo e a bassa manutenzione. In questo sistema viene utilizzato un motore sincrono a eccitazione permanente raffreddato ad acqua. Il DDD non necessita di riduttore, per cui vengono meno da un lato l’olio e i costi di manutenzione correlati e, dall’altro, l’efficienza è molto alta. DDD colpisce anche per la silenziosità: in un confronto diretto con altri soluzioni d’argano, il DDD presenta le emissioni acustiche più basse, con un effetto positivo sull’ambiente circostante, in particolare se l’argano è alloggiato in una stazione a valle che si trova nel centro di un paese.

Il DDD ha una struttura modulare. Quindi, il motore può essere adattato alle esigenze specifiche e realizzato con uno, due, tre o quattro anelli, a seconda del livello di prestazioni necessario. Inoltre, ciascun anello è composto da tre segmenti. Il formato modulare presenta dei vantaggi anche durante il servizio quotidiano: ad esempio, se durante il servizio si guasta un anello di un DDD con tre anelli, è possibile continuare a utilizzare l’impianto a fune con l’89% della coppia nominale. In tal modo si garantisce un’elevata disponibilità in qualunque momento.

Se necessario, i singoli anelli o altri componenti possono essere sostituiti al di fuori dell’orario di servizio. Grazie all’impiego di componenti industriali altamente utilizzati, è inoltre garantita la disponibilità di ricambi in tutto il mondo. La struttura modulare del DDD si fa apprezzare anche per il montaggio: tutti i componenti, il più pesante dei quali è lo statore, con 2,75 tonnellate, possono essere trasportati con un elicottero o un gatto delle nevi fino alla stazione, dove possono essere montati in modo facile e veloce. Infatti, a causa della posizione esposta nelle montagne, spesso le stazioni a monte degli impianti a fune non sono accessibili ai camion.

Il DDD viene utilizzato in molti impianti D-Line di Doppelmayr/Garaventa. Nel sistema di comando funiviario Doppelmayr Connect vengono visualizzate in modo chiaro informazioni quali temperatura motore, velocità o coppia, cosicché gli addetti all’impianto possono avere in ogni momento una panoramica ottimale dei principali dati dell’argano motore.

    Articolo redatto da Doppelmayr

Il Gruppo Doppelmayr/Garaventa definisce continuamente nuovi standard di riferimento con innovativi sistemi di trasporto a fune. Il massimo comfort e sicurezza sono le caratteristiche che contraddistinguono i suoi impianti a fune, sia per le stazioni turistiche estive ed invernali che per il trasporto urbano. L'efficienza e le prestazioni dei sistemi di trasporto materiali sono altrettanto impressionanti. Doppelmayr/Garaventa, leader mondiale della qualità, della tecnologia e del mercato funiviario, gestisce impianti di produzione e centri di vendita e assistenza in oltre 40 paesi del mondo. Ad oggi, il Gruppo ha costruito più di 15.100 impianti per clienti in oltre 96 Paesi del mondo.


Ricerca articoli per filtri multipli
Cerchi, ad esempio, tutte le funivie in Piemonte? Filtra gli articoli per tag multipli

Segnala un errore su questa pagina




    Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy

    Pubblica i tuoi contenuti su Funivie.org

    Vuoi pubblicare i tuoi articoli o comunicati stampa su Funivie.org?