Anche San Francisco crede in Doppelmayr – Oakland Airport Connector BART

All’aeroporto di Oakland Doppelmayr Cable Car realizza il più grande ordine mai realizzato.

Doppelmayr può aggiungere all’elenco degli impianti realizzati un nuovo progetto, infatti DCC Doppelmayr Cable Car, una divisione del gruppo Doppelmayr, ha terminato la costruzione di un nuovo sistema di trasporto pubblico in California, USA. Il nuovo impianto sarà parte integrante del sistema “San Francisco Bay Area Rapid Transit (BART)” e collegherà l’aeroporto internazionale di Oakland con la stazione ferroviaria Coliseum, un importante centro di transito per la città di Oakland, a partire da Dicembre 2014.

HegenbergerRd_Pier01_HQ

In collaborazione con il consorzio Flatiron/Parsons che è “General Contractor” per la realizzazione, DCC ha realizzato un people mover lungo 5,1 km per un valore totale di 361 milioni di dollari (265 milioni di euro); il valore della commessa elettromeccanica funiviaria ammonta a 166 milioni di dollari (122 milioni di euro). L’inizio dei lavori risale alla fine del 2010 e la messa in servizio è nella fase finale. Doppelmayr gestirà anche l’esercizio dell’impianto per 20 anni, con un contratto del valore di 100 milioni di dollari. Oltre a sviluppo e costruzione, la gestione di questi impianti è una delle competenze fondamentali di DCC.

Il Bay Area Rapid Transit (BART) è il più grande operatore nel trasporto pubblico locale dell’area metropolitana di San Francisco ed ha aggiudicato l’appalto ad un consorzio che coinvolge anche la Doppelmayr Cable Car.

L’”Automated People Mover” collegherà l’aeroporto internazionale di Oakland con la stazione ferroviaria, chiudendo un vuoto importante nel trasporto pubblico a breve raggio nella baia di San Francisco.

oakland_sat

Sull’impianto, di tipologia “Pinched Loop System”, su una lunghezza di 5.1 km e con portata oraria di circa 1500 persone/ora/direzione viaggiano, ad una velocità massima di 50 km/h (14 m/s), quattro treni da 3 carrozze ciascuno, costituendo la spina dorsale del corridoio “Oakland Hegenberger Corridor”.

schema_oakland

Per l’aggiudicazione del contratto, il sistema DCC è stato in grado di raccogliere un ampio punteggio grazie alla tecnologia semplice e collaudata, l’efficacia dei costi e la compatibilità ambientale; in questo modo DCC è riuscita ad affermarsi sulla forte concorrenza internazionale.

OAK_T2_Expansion_exterior

Oltre agli impianti recentemente completati a Las Vegas e Venezia, il gruppo Doppelmayr sta attualmente lavorando su altri due CABLE Liner Shuttle System a Caracas (Venezuela) ed a Doha (Qatar).

“L’incarico conferitoci per il progetto di Oakland è per noi l’importante conferma che la nostra tecnologia è pronta per il trasporto urbano. Con i nostri sistemi a fune, l’utente finale non nota alcuna differenza con impianti di altro tipo, ben più costosi. L’esercente, invece, gode di benefici quali sicurezza, disponibilità, bassi costi di investimento e di esercizio e manutenzione.”

  • Cliente: Bay Area Rapid Transit
  • Contractor: Doppelmayr Cable Car
  • Importo della costruzione: USD 166 m. (EUR 122 m.)
  • Importo della gestione: USD100 m. (EUR 73 m.)
  • Lunghezza: 5,100 m
  • Portata oraria: 1,490 passeggeri per ora per direzione
  • Treni: 4 treni da 113 passeggeri l’uno
  • Velocità: 14 m/s (= 50 km/h)
  • Tempo di viaggio: 10.5 min (tra i due capolinea)

    Articolo redatto da Doppelmayr

Il Gruppo Doppelmayr/Garaventa definisce continuamente nuovi standard di riferimento con innovativi sistemi di trasporto a fune. Il massimo comfort e sicurezza sono le caratteristiche che contraddistinguono i suoi impianti a fune, sia per le stazioni turistiche estive ed invernali che per il trasporto urbano. L'efficienza e le prestazioni dei sistemi di trasporto materiali sono altrettanto impressionanti. Doppelmayr/Garaventa, leader mondiale della qualità, della tecnologia e del mercato funiviario, gestisce impianti di produzione e centri di vendita e assistenza in oltre 40 paesi del mondo. Ad oggi, il Gruppo ha costruito più di 15.000 impianti per clienti in oltre 95 paesi del mondo.





Segnala un errore su questa pagina




Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy