ALTIM: Attore sul mercato del riposizionamento degli impianti di risalita

In origine specializzata nella vendita di pezzi di ricambio, Altim (14 dipendenti, CA 2011 : 2,8 milioni, 3,2 milioni nel 2012) sviluppa dal 2009 un’attività di manutenzione, rinnovamento e riposizionamento di impianti di risalita.

Seggiovia "Tête de Torraz"

Focus sulla seggiovia quadriposto fissa della Giettaz (Francia)

Presente in Francia ed in Italia dove ha aperto un ufficio, l’impresa savoiarda lavora con una rete di partner fidati per la produzione di pezzi e per le operazioni di montaggio in loco.

La società vanta ad oggi 130 clienti in Francia ed una ventina all’estero.

L’ultimo cantiere realizzato nel 2012, situato al « Plan de la Giettaz » en Alta-Savoia, gli ha permesso di affermarsi sempre più’ nel ruolo di costruttore, facendo valere il suo know-how in questo settore di attività.

Altim ha lavorato su questo progetto, che è stato terminato all’inizio della stagione sciistica 2012/2013, in stretta collaborazione con l’ente notificato e di controllo: lo STRMTG.

Per poter soddisfare le attese del cliente, è stata progettata la divisione della seggiovia fissa quadriposto originale, per permettere agli sciatori principianti di accedere a nuove piste a valle.

Per questo riposizionamento, è stato necessario installare due nuove stazioni intermedie che rispondano alle esigenze della nuova configurazione di linea. L’originalità dell’operazione è stata l’adattamento completo di una stazione motrice, utilizzata prima su un impianto automatico in stazione per impianto fisso.

Il debito delle due installazioni è stato incrementato con successo, grazie all’uso di un tappeto d’imbarco per l’una, e grazie al cambiamento integrale dei sostegni di linea per l’altra, in modo da aumentare significativamente il numero di veicoli. Il debito di sciatori è così passato da 1100 pers/ora a, rispettivamente, 1400 e 2000 pers/ora!

Inoltre, tutti i veicoli originali sono stati modificati e installati sulla linea con il nuovo telaio CE progettato dalla società francese. Riguardo i 50 veicoli che sono stati aggiunti, Altim ha saputo riutilizzare dei veicoli provenienti da una seggiovia con fune di diametro diverso, andattadoli alla nuova configurazione: la morsa originale è stata sostituita dalla morsa Altim corrispondente alla nuova fune (morsa certificata CE dal 2010).

Così, attraverso questo riposizionamento unico nel suo genere, Altim s’impone ancora una volta come costruttore di impianti di risalita. In questo cantiere, l’impresa ha saputo massimizzare la performance di un impianto di risalita contenendo i costi legati ad una tale operazione.

Il futuro? L’aumento di capitale di 1,05 milione di euro effettuato in ottobre 2012 gli permetterà di proseguire i suoi sviluppi nei prossimi anni, in un contesto di sviluppo sostenibile e di vincoli economici.

    Articolo redatto da Altim SA

ALTIM è uno studio d'ingegneria specializzato nel riposozionamento di impianti a fune e nella progettazione e fabbricazione di sistemi/componenti di ricambio per la manutenzione ordinaria/revisioni Per inserire i tuoi articoli come sta facendo questa azienda richiedi l'accreditamento.




Segnala un problema su questa pagina




    Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy

    Pubblica i tuoi contenuti

    Vuoi pubblicare i tuoi articoli o comunicati stampa su Funivie.org?