A Copenaghen l’inaugurazione di Amager Bakke-Copenhill

Il 4 ottobre 2019 ha aperto ufficialmente al pubblico Copenhill, l’impianto sportivo con pista da sci firmata Neveplast sul tetto del nuovo termovalorizzatore nel cuore della capitale danese. Da Cortina d’ Ampezzo a ‘ testare’ la pista nel giorno dell’ inaugurazione è arrivato anche l’amatissimo campione italiano Kristian Ghedina, ospite di Neveplast, e della fondazione danese a capo del progetto.

L’ impianto sciistico è costituito da tre piste da sci di diversi livelli di difficoltà, due nastri trasportatori e uno skilift che danno la possibilità di sciare, snowboardare e divertirsi 365 giorni all’anno.

“ Sono molto felice di essere stato invitato  all’ inaugurazione di Copenhill” racconta Ghedina, che ha già sciato sul materiale sintetico dell’ azienda bergamasca. “ E’ pazzesco sciare sul tetto di un termovalorizzatore, sicuramente lo ski resort più singolare che abbia mai visto” continua Kristian Sono orgoglioso che ci sia anche l’Italia, con Neveplast, in un progetto che unisce in maniera avveniristica tecnologia, ecologia e sport.” Kristian Ghedina è portavoce e ambassador della Fondazione Cortina 2021 organismo che sta a capo dell’ organizzazione del Campionati del mondo di sci alpino in programma dal 8 al 21 febbraio 2021.

Per il progetto di Copenaghen, Neveplast ha sviluppato un materiale ad hoc, completamente riciclabile, rigenerabile e con cinque sfumature di verde in modo da rendere la pista il più possibile simile ad un prato naturale. Grazie a questa evoluzione tecnologica ed anche estetica  Neveplast ha vinto l’ appalto per la realizzazione del progetto, sbaragliando la concorrenza internazionale.

La giornata del Grand opening si è aperta in tarda mattinata con una presentazione ufficiale dell’impianto alla stampa mondiale. Dalla Cina agli Stati Uniti, passando per il Giappone, la Corea e l’Europa tutta, più di 100 giornalisti da tutto il mondo hanno assistito alla conferenza stampa pre-apertura dove è stato più volte ribadito dai committenti danesi l’ importanza di Neveplast nella realizzazione del progetto.

Copenhill Amager Bakke for Neveplast

Nel pomeriggio, alle 16, è arrivato il momento più atteso: la cerimonia di inaugurazione ufficiale, il Grand Opening sul tetto del termovalorizzatore che ha dato il via alle danze, sci a piedi, sulla pista di Copenhill.

Non c’è stato il tradizionale taglio del nastro: un tasto premuto contemporaneamente dagli attori protagonisti del progetto ha fatto azionare una sirena, mentre tutti guardavano in alto il fumo bianco e pulito che usciva dai camini del termovalorizzatore.

E poi via, gli artefici del progetto visionario hanno indossato gli scarponi e si sono lanciati in picchiata sul primo muretto della pista da sci. Una discesa che per ognuno di loro sapeva di liberazione e di realizzazione di un sogno.

Tra gli apripista Patrik Gustavsson, direttore della Fondazione ARC che ha realizzato il progetto racconta “In Danimarca abbiamo un grande cultura dello sci, circa 600000 sciatori che per sciare ogni anno si spostano in  Svezia, in Norvegia o in Austria. Da oggi potranno venire a sciare sulla collina artificiale di Copenhill che, con i suoi 90 metri di altezza è di fatto una delle montagne più alte della  piatta Danimarca, mentre la pista Neveplast è di sicuro la pista più lunga di tutto il Paese”. www.neveplast.it

    Articolo redatto da Neveplast

Neveplast è leader mondiale nel campo delle piste da sci sintetiche, per la realizzazione di veri e propri impianti per sci da discesa o Snowpark, così come prodotti funzionali per le zone di imbarco e sbarco di impianti a fune. La ditta bergamasca ha ampliato la sua gamma di prodotti con le piste da snow-tubing e da drifting artificiali. Per inserire i tuoi articoli come sta facendo questa azienda richiedi l'accreditamento.





Segnala un errore su questa pagina




Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy