2017-09-12 Si viaggia all’insù, una mostra per Alessandro Ferretti a Bergamo

Nell’anno in cui ricorrono i centodieci anni dalla nascita di ATB – Azienda Trasporti Bergamo (1907) e i centotrent’anni trascorsi dall’inaugurazione della Funicolare di Bergamo (1887), ATB e Fondazione Bergamo nella storia presentano la mostra “Si viaggia all’insù. Alessandro Ferretti l’ingegnere del progresso”.

La mostra, che sarà inaugurata sabato 15 settembre alle ore 18:00 e aperta al pubblico dal 15 settembre al 15 ottobre 2017, è dedicata all’ingegnere Alessandro Ferretti (1851-1930), autore di pionieristiche soluzioni per i trasporti su binario e su rotaia in tutta Italia, ideatore della Funicolare che ancora oggi collega città alta e bassa.

Martedì 12 settembre 2017 alle ore 12.00 presso l’ex Ateneo di Città Alta, piazza Duomo conferenza stampa di presentazione della mostra.

Intervengono: Alessandro Redondi, Presidente ATB;; Gianni Scarfone, Direttore ATB; Roberta Frigeni, Direttore di Fondazione Bergamo nella storia; Alessandro Bettonagli, Exhibition designer; Lia Corna, Responsabile ricerca ed editoria di Fondazione Bergamo nella storia; Emilio Moreschi, Amministratore Delegato di Fondazione Bergamo nella storia; Nadia Ghisalberti, Assessore alla cultura del Comune di Bergamo.

    Articolo redatto da Funivie.org

Fondato nel 2003 e con una media di 2000 visitatori unici al giorno, Funivie.org è la fonte di informazione e aggiornamento per tutti coloro che progettano, lavorano o semplicemente amano la tecnologia funiviaria.


Potrebbero interessarti anche…







Ti piacciono i contenuti di questo sito?

Tutto il nostro lavoro viene svolto senza alcuna retribuzione, e mantenere un sito non è gratis. Impieghiamo molte ore e risorse ogni giorno.

Se vuoi, puoi offrirci un aiuto economico tramite PayPal scansionando questo codice con lo smartphone, oppure cliccandoci sopra, oppure effettuando una donazione come utente registrato cliccando QUI
Segnala un problema su questa pagina




    Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy