Un successo raggiunto con passione: 25 anni di TechnoAlpin

Nel 1990 Walter Rieder, Georg Eisath ed Erich Gummerer fondarono TechnoAlpin.

Dopo il primo inverno, grazie ad alcune vendite, i tre avevano guadagnato abbastanza per assumere una dipendente. Oggi, 25 anni più tardi, TechnoAlpin è un’azienda internazionale di successo e i dipendenti sono diventati 400. Erich Gummerer e Walter Rieder ci spiegano perché in un’intervista.

techno_2442_1

Come ha avuto inizio la storia di TechnoAlpin?

Walter Rieder: “Tutto è cominciato all’inizio degli anni Ottanta nel comprensorio sciistico di Obereggen (Alto Adige, Italia). Dopo alcuni inverni caratterizzati da scarsa neve, venne importato un generatore di neve dagli Stati Uniti. Nonostante fosse costato una fortuna, non funzionava, perché non era adatto alle temperature marginali delle Alpi meridionali.

All’epoca Georg Eisath ed io eravamo responsabili tecnici, quindi provammo a costruirci da soli un generatore di neve utilizzando pezzi disponibili in commercio. Visto che questo prototipo era già funzionante, attirò l’attenzione dell’impresa per la quale lavoravamo, la Obereggen AG, che lo comprò. La vendita ci fruttò un po’ di denaro che ci permise di continuare a sperimentare. A quei tempi non pensavamo ancora che avremmo potuto avere successo.

In un primo momento l’unica cosa che ci interessava era costruire macchine per risolvere il problema nel nostro comprensorio sciistico. Con il tempo anche i comprensori del circondario mostrarono interesse, ed è così che fondammo la società WI.TE. (Wintertechnik), la cui sede legale era un garage in Val d’Ega. Alla fine, nel 1990, noi tecnici dovemmo riconoscere che ci serviva anche un responsabile commerciale. Conoscevamo Erich Gummerer già da tempo, e insieme abbiamo concepito il nuovo orientamento internazionale, abbiamo cercato il nuovo nome e nel 1990 abbiamo fondato TechnoAlpin”.

All’epoca sul mercato erano già presenti alcuni marchi di rilievo. Cosa è stato quindi determinante per il vostro successo nei primi anni?

Erich Gummerer: “Prerequisiti essenziali sono stati un orientamento internazionale e un prodotto affidabile. Quando all’inizio degli anni Novanta volevamo vendere il nostro generatore di neve in Giappone, non venivamo presi sul serio. Ci venne consigliato di consolidarci in primo luogo nelle Alpi. Ma noi eravamo convinti che in questo mercato di nicchia sarebbe riuscito a sopravvivere solo chi avrebbe adottato un approccio internazionale. Per riuscirci, però, era necessaria una grande affidabilità dei prodotti. Se qualcosa va storto sotto casa, le cose si possono risistemare in fretta, se però un difetto emerge all’altro capo del mondo, questo comporta spese enormi. Anche oggi le cose stanno così.

Per questo attribuiamo tanta importanza ai controlli qualità delle merci in ingresso produttivo. Ogni fase viene controllata, per non incontrare alcun problema sul campo. Inoltre fin dal principio per noi tutti i progetti hanno lo stesso valore. Alcuni concorrenti si occupano solamente di impianti di grandi dimensioni. Per noi, ieri come oggi, sono importanti anche i clienti che acquistano o affittano una sola macchina.”

TechnoAlpin_Halle_Ansicht2

A 25 anni dalla vostra fondazione avete circa 400 dipendenti in tutto il mondo che si occupano di più di 1.800 clienti in 48 Paesi. Nello scorso esercizio è stato realizzato un fatturato di circa 130 milioni di euro. Cosa contraddistingue oggi TechnoAlpin?

Walter Rieder: “Produrre neve costituisce di per sé una grande sfida. Ma produrre una neve che sia sempre di ottima qualità, ottimizzare costantemente l’efficienza energetica e semplificare le macchine aumentando la loro maneggevolezza per i clienti è ciò che ci contraddistingue. Creare semplicemente dei validi generatori di neve non basta. C’è bisogno dell’intero pacchetto.

L’impianto va pianificato e dimensionato correttamente, i generatori di neve vanno posizionati nei punti giusti. Il software deve compiere operazioni più complesse del semplice comando dell’impianto. Deve essere concepito in modo che possa semplificare anche la pianificazione della stagione di innevamento. E naturalmente deve essere adatto anche il pacchetto di assistenza. Non dormiamo mai sugli allori, ma ambiamo costantemente a migliorarci. Infine, un’altra qualità che ci rappresenta è la passione di ognuno di noi per la neve.”

Quali sono le principali sfide per TechnoAlpin?

Erich Gummerer: “I mercati ai quali ci rivolgiamo a volte sono molto diversi tra loro. I comprensori in Europa sono consapevoli che alla base del loro valore aggiunto c’è un impianto di innevamento efficiente. In tale contesto gli impianti misti automatici costituiti da generatori a ventola e lance rappresentano lo standard tecnologico. Nei cosiddetti nuovi mercati la situazione è completamente diversa. Mentre nei comprensori nuovi vengono installati soprattutto impianti automatici e moderni, in quelli già esistenti spesso dobbiamo ancora fare una grande opera di informazione.

Molti piccoli comprensori continuano ancora ad affidarsi ad impianti manuali. Noi abbiamo creato un assortimento che si rivolge in modo ottimale anche a queste esigenze. Questi sono solo alcuni esempi per illustrare la diversità dei presupposti da cui dobbiamo partire nella nostra attività quotidiana. Ogni mercato ha le proprie peculiarità alle quali dobbiamo adeguarci, che possono riguardare i prodotti, la cultura, ma anche gli aspetti prettamente pratici nell’ambito delle condizioni per l’importazione e dei contratti. Per una società delle dimensioni di TechnoAlpin sicuramente questa internazionalizzazione costituisce la sfida più rilevante”.

Che desiderio esprime per questo 25° anniversario?

Erich Gummerer: “Lo sci per me è lo sport più bello del mondo. Ci si trova all’aperto, nella natura, la maggior parte delle volte immersi in uno scenario mozzafiato. Negli scorsi anni però i dibattiti pubblici hanno puntato spesso il dito contro gli sport invernali. Gli sport invernali generano un’enorme valore aggiunto, soprattutto nelle regioni che non dispongono di molte possibilità alternative. Il loro dispendio energetico non è superiore a quello di altre attività di viaggio e per il tempo libero. Mi auguro che i comprensori sciistici, le associazioni e l’industria si uniscano con l’obiettivo di ridare lustro a questa immagine offuscata”.

TechnoAlpin - Gesamtansicht_Ausschnitt

    Articolo redatto da TechnoAlpin

TechnoAlpin costruisce dal 1990 impianti di innevamento per comprensori sciistici in ogni parte del mondo. In virtù degli elevati investimenti nel settore Ricerca e Sviluppo, l'azienda si è imposta come leader innovativo di settore. La sede principale è situata a Bolzano, ma TechnoAlpin comprende anche 12 filiali internazionali e 25 partner commerciali. Sono più di 2.100 i clienti, provenienti da oltre 50 paesi, che hanno deciso di affidarsi al know-how della società altoatesina. L'azienda è partner ufficiale della Federazione Internazionale Sci (FIS) e allestirà l'80% delle piste dei Giochi Olimpici invernali che si terranno in Corea del Sud nel 2018. Nel 2017 TechnoAlpin ha realizzato per la prima volta un fatturato annuo pari a 200 milioni di euro.





Filtro multiplo per parole chiave, cliccale per filtrare gli articoli, cliccale nuovamente per rimuoverle
$ Premium 1884 1908 1912 1919 1929 1935 1937 1950 1951 1952 1953 1954 1955 1956 1957 1958 1959 1960 1962 1963 1964 1965 1966 1967 1968 1969 1972 1973 1974 1975 1976 1977 1978 1979 1980 1981 1982 1983 1984 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2021 2026 ABL Abruzzo Agamatic Agudio AIPnD Algeria Aliauto Italia Allestimenti per piste da sci Alpina Snowmobiles Alpinbob Alpitec Altim Andorra ANEF Anticaduta Aperture estive Aperture invernali APM Applicazioni smartphone Arabbafly Argentina Assistenza clienti Attrazioni per parchi di divertimento ATW Australia Austria Automotore Azerbaijan Azionamenti elettrici Badoni Basilicata Battipista Belleli BGD BMB-Asi-Nidec BMF Bartholet Bolivia Bolognola Ski Bosnia ed Erzegovina Brasile Brembo Ski Bulgaria Campania Canada Carlevaro e Savio Carrozzeria Cavallini Cartografia CCM Ceretti Tanfani Ceriani CFM CGD CGF CGR Cile Cina CLD CLF COGE Colombia Compac Concorsi Controllo accessi Convegni e seminari Corea del Sud Corsi di abilitazione Corsi di formazione Cortech Cortina2021 CWA CWR Demaclenko Ditte Divertimenti estivi Divertimenti invernali DMC Dolomiti Superski Doppelmayr Economia EEI Egitto Emilia-Romagna EMMEGI Enel Eritrea Estonia Federfuni Fiere Finlandia Fotovoltaico Francia Frey Friuli Venezia Giulia FUF FUL FUN Funitek Funivie Madonna di Campiglio Funivie urbane Gangloff Garau Giuseppe Garaventa GEA Georgia Germania Gestione flotte Gestione piste Giappone GIS Solution Gradio Graffer Grecia Guatemala Hoelzl e Kone Hölzl Imprese Turistiche Barziesi INE Infotainment Inghilterra Innevamento alta pressione Innevamento bassa pressione Innevamento indoor Innevamento sopra lo zero Interalpin Kaessbohrer LATIF Lazio LEGO Leitner Ropeways Liguria Lombardia Londra LST Lussemburgo Macchine operatrici Macedonia Magazzini Malesia MAN Manifestazioni Marche Marchisio MCB MEB Impianti Messico MET Metalna MGD MGF MGF-J MND Group Molise Montaz Mautino Montenegro Moosmair Mostre Motoslitte Mountain Planet MRL MRW Musei ed Esposizioni Nascivera Nepal Neveplast NeveXN Norvegia Nuova Zelanda OITAF Olanda Olimpiadi 2026 Olimpiadi Pyeongchang 2018 Opere su piste da sci Ospitalità in quota Pechino2022 Personaggi PHB Pohlig Heckel Bleichert Piemonte Piemonte Funivie Pininfarina Piste artificiali Polonia Poma Poma Italia Portogallo PowerGIS Prinoth Prodotti per manutenzione Prowinter PWH Qatar Raduni Railcon Redaelli Referenze e statistiche Regno Unito Repubblica Ceca Repubblica Dominicana Rifugi e ristoranti Risparmio energetico Rolba Romania Ropecon Rosnati RTW Russia Sacif Safecom Sicilia Sicurezza sul lavoro Singapore SKIDATA Skipass Skiperformance SL Slittovia Slovacchia Slovenia SNIPER Technology Snowpark Snowstar Sacif Snowsuite Sochi2014 Spagna SPM SpA Stati Uniti Steurer STM Sistem Teleferik Sudafrica Sunkid Svezia Svizzera Tappeti di imbarco Tappeti di risalita TechnoAlpin Teletrasporti Tesi TGD Thyssenkrupp Toscana Trasporto animali Trasporto materiale Trentino Alto Adige Trojer Turchia Turismo in alta quota Ucraina Ungheria Valanghe Val Gardena Marketing Valle d'Aosta Veicoli Veneto Venezuela Vietnam Visite guidate VLE Von Roll Wipptal360 Zemella
Segnala un errore su questa pagina



Useremo i tuoi dati solo per correggere questo errore. Accetto il trattamento dati Privacy