Filtro contenuti: Piemonte

San Domenico di Varzo, 4-CLD Ciamporino-Dosso

La seggiovia Ciamporino-Dosso con stazione intermedia di deviazione, fa parte del progetto di espansione e rinnovo degli impianti adottati dalla San Domenico Ski nella stazione sciistica di San Domenico. E’ stata la prima seggiovia ad ammorsamento automatico della comprensorio ed attualmente è l’impianto principale della stazione sciistica in quanto permette l’ascesa al Dosso dal quale partono le piste l’area del Bondolero.

Continua a leggere

A San Domenico prima cabinovia panoramica Bartholet in Italia

Di recente la Bartholet Ropeways hanno ottenuto l’aggiudicazione per la costruzione della prima cabinovia panoramica “Design by Porsche Design Studio” in Italia. La cabinovia a 8 posti sarà realizzata l’anno prossimo. L’inizio dei lavori di montaggio  dell’impianto per la Bartholet Seilbahnen è previsto per il mese di luglio 2017.

Continua a leggere

Bognanco Fonti, Funivia San Lorenzo

La funivia di Bognanco venne costruita dalla società Agudio nel 1952 e serviva per collegare San Lorenzo al fondovalle quando ancora non esisteva l’attuale strada (era solo una mulattiera). In realtà era solo il primo tronco per poi proseguire verso l’alta valle con una seggiovia mai costruita.

Continua a leggere

Corso per direttore di piste da sci

Il percorso formativo, previo superamento dell’esame finale, è finalizzato al conseguimento dell’abilitazione professionale da “Direttore delle piste da sci”, fornendo le competenze stabilite dall’all. A alla DGR n. 90-6292 del 2 agosto 2013, in ottemperanza con quanto previsto dagli artt. 17 e 19 della LR n. 2/2009 e s.m.i.

Continua a leggere

Nuova seggiovia esaposto Dosso, una “Porsche” a San Domenico di Varzo

La stagione dello sci si sta concludendo in questi giorni e già si parla di novità della stagione 2014/2015. Sicuramente uno degli impianti che farà più scalpore sarà la nuova Seggiovia ad Agganciamento Automatico a 6 posti che sarà installata durante l’estate a San Domenico di Varzo in Val d’Ossola.

Continua a leggere

Valtournenche, Seggiovia Becca d’Aran

La stazione di partenza, motrice e tenditrice, della seggiovia triposto Becca d’Aran di Valtournenche. E’ stata costruita da Leitner nel 1988. Ai tempi della vecchia cabinovia di arroccamento, gloriosa Ceretti e Tanfani, che arrivava in prossimità della stazione della seggiovia, costituiva un impianto di importanza strategica all’interno del comprensorio.
Continua a leggere

Sestrieres, Seggiovia Anfiteatro – Banchetta

La linea impiantistica dall’Anfiteatro al Monte Banchetta è un altro pezzo di storia del Sestriere, da questa vecchia immagine ritagliata da una cartolina vediamo le prime due sciovie, una Nascivera e una Marchisio costruita nel 1963, oltre al rifugio Raggio di Sole che c’è ancora oggi. La linea Nascivera fu poi sostituita nel 1980 dall’ Anfiteatro II, sempre di costruzione Marchisio.
Continua a leggere

Sauze d’Oulx, Seggiovia Rocce Nere 2

Oggetto di questa monografia è la linea 2, sul lato destro, che è stata realizzata riposizionando una seggiovia Doppelmayr usata nell’anno 1988. La particolarità di quest’impianto è che monta le sedie Nascivera della vecchia seggiovia biposto del Monte Platasse a Sestriere. L’anno in cui è stata montata per la prima volta dovrebbe essere più o meno il 1973. Continua a leggere

Sauze d’Oulx Seggiovia Treceira

La seggiovia Treceira è una monoposto Marchisio ricca di storia. E’ nata nel 1974 sulla linea Clotes a sostituzione della precedente seggiovia monoposto di costruzione Carlevaro e Savio. Nel 1979 tale linea viene ulteriormente ammodernata con la costruzione della biposto che è arrivata fino al 2005. La seggiovia viene quindi spostata una prima volta sulla linea Jouvenceaux-Prariond nel 1980 per poi essere nuovamente riposizionata nel 1987 nella collocazione attuale, lavori entrambi effettuati dalla ditta Marchisio di Torino. Continua a leggere

Pragelato, seggiovia Conca del Sole

La “Conca del Sole”, rarissima seggiovia Piemonte Funivie costruita nel 1984, parte dalla località Pattemouche di Pragelato, non distante dalla nuova funivia Poma/Leitner che conduce sulle piste di Sestriere. Questo impianto risulta di assoluto interesse dal momento che la Piemonte Funivie costruì numerosi impianti a fune, ma quasi mai seggiovie.
Continua a leggere

Frabosa Soprana Seggiovia Mongrosso-Burrino

La seggiovia Burrino è il primo tronco dell’arroccamento da Frabosa-Mongrosso al monte Malanotte, costruita nell’anno 1999 grazie alla costituzione della nuova società a forte maggioranza pubblica. Le due nuove seggiovie Doppelmayr hanno sostituito la storica cabinovia Ceretti e Tanfani il cui servizio era stato interrotto nel lontano 1983. Tale impianto necessitava di importanti interventi di manutenzione e messa a norma che la società esercente di allora non aveva potuto affrontare economicamente. Continua a leggere

Frabosa Soprana, Seggiovia Marchisio “Monte Moro”

L’attuale seggiovia del monte Moro è stata costruita dalla Marchisio di Torino nel 1958, sostituendo la precedente linea di costruzione Carlevaro e Savio realizzata nel 1948. L’impianto ha potuto arrivare fino a noi mantenendo invariate le parti strutturali e i stupendi sostegni a traliccio, mentre le parti elettromeccaniche sono state sostituite in varie occasioni. La più importante è stata il rinnovo di vita tecnica svolto nel 1991, da notare che le seggiovie costruite prima del 1960 avevano una vita tecnica di 30 anni e non di 40. Continua a leggere

Cesana Torinese, Seggiovia Rafujel

La seggiovia è di solo arroccamento, può essere utilizzata sia in salita sia in discesa da sciatori e pedoni, e conduce dal parcheggio appena fuori Cesana alla partenza della seggiovia Sagnalonga rinnovata l’anno scorso. Prima del 1994 la linea era servita dal riposizionamento di una vecchia seggiovia monoposto. Continua a leggere

Forno di Coazze, Pian Gran Pian Neiretto

Lo skilift “Pian Gran” è il principale impianto della piccola stazione sciistica di Pian Neiretto, in località Forno di Coazze (TO). Costruito nel 2008 da CCM in sostituzione di un Leitner del 1974 leggermente più corto (1048 metri contro i 1077 del nuovo), l’impianto ha una stazione di valle motrice e tenditrice con il classico contrappeso fuori terra. L’alimentazione è garantita da un generatore ereditato dal vecchio Leitner, in primo piano nella foto. Continua a leggere

Sansicario, sciovia Rio Nero

La stazione di valle è situata a lato del vallone del Rio Nero. La particolarità di questo impianto è che, pur trovandosi lato Sauze d’Oulx rispetto al monte Fraiteve, fu costruito nel 1986 dalla società degli impianti di Sansicario, che fu inglobata nella Via Lattea nel 1988 (si ringrazia FE per queste informazioni). Si noti come, una volta incluso nel Comprensorio, l’impianto sia stato chiamato “Rio Nero Sansicario” per distinguerlo dal “Rio Nero Sauze”, uno skilift Marchisio del 1976 che si trova sul lato opposto del Vallone e che inizialmente apparteneva ad una diversa società. Continua a leggere

Sestriere, sciovia Sises

Nell’estate del 1986 le tre storiche funivie di Sestriere, operative dagli anni ’30, furono smantellate. La più vecchia di queste, la “Sestriere-Alpette-Sises” costruita dalla Bleichert nel 1931, era l’unico mezzo possibile per raggiungere uno dei luoghi più interessanti ed impegnativi delle piste di Sestriere: il monte Sises, quota 2600 metri. Per ripristinare l’accesso a quest’area fu deciso di costruire uno skilift che percorresse il tracciato del secondo tronco della vecchia funivia; l’opera fu affidata a Leitner, che realizzò un impianto in curva lungo 721 metri con la stazione di monte proprio accanto a quella della funivia. Il nuovo skilift fu battezzato “Sises”. Continua a leggere

Sauze d’Oulx, sciovia Costapiana

Lo skilift “Costapiana” di Sauze d’Oulx è stato costruito dalla CCM nel 1998 in sostituzione di un Marchisio del 1968, investito da una valanga proprio nel suo ultimo anno di vita tecnica. La particolarità di questo impianto in quota risiede nelle sue dimensioni ridotte, inferiori a quelle di molti baby: esso presenta infatti una lunghezza di 347 metri per un dislivello di 73. Continua a leggere

Sauze d’Oulx, sciovia Primo Sole

Questa è la monografia un po’speciale di un vecchio skilift della Via Lattea, che nella sua esistenza relativamente breve (19 anni) è riuscito a “conquistare” un numero consistente di sciatori oggi membri di Funivie.org: chi ha imparato a sciare su di lui, chi l’ha preso infinite volte, chi ci è semplicemente passato davanti da piccolo ma si è stampato nella mente il suo nome così singolare, e così via.
Continua a leggere

Pragelato, sciovia Belotte Piz

Lo skilift Leitner “Belotte Piz” di Pragelato è certamente una delle sciovie più caratteristiche della zona. Costruito nel 1976 per raggiungere il punto più alto delle piste della sua località, ha i sostegni a portale ed i magnifici piattelli Leitner rossi dell’epoca; dulcis in fundo, è verniciato in un magnifico azzurro d’altri tempi. Continua a leggere

Sauze d’Oulx, Storia degli impianti di Sportinia

Siamo negli anni ’50 e la foto ritrae il primo storico impianto di risalita che collegava il paese di Sauze d’Oulx (m. 1509) con il pianoro di Sportinia, a m. 2.170 (il cui vero nome è Clot Sabouiller). Si trattava di una seggiosciovia, che consisteva nell’alternanza di gruppi di seggiole monoposto e di ancore biposto. Continua a leggere

Mondovi, storica funicolare Breo – Piazza

Le origini della funicolare di Mondovi risalgono ad un secolo fa, al lontano 1886 quando, su studio dell’Ing. Ferretti, venne realizzato il primo impianto per collegare Breo, il centro storico, con Piazza, la città alta: la stazione a monte non si trova lontana dall’ospedale, dal tribunale e da alcune scuole. La portata oraria era di 700 persone al giorno e l’azionamento avveniva riempiendo di acqua i serbatoi presenti sulla cabina in discesa e svuotandoli lungo il tragitto fino ad arrivare a valle con il serbatoio vuoto, quindi con un conseguente rallentamento e fermata dell’impianto quando la cabina a valle pesava quanto la cabina arrivata a monte (che naturalmente viaggiava con serbatoio scarico). La portata era di sole 700 persone al giorno. Continua a leggere

Sestriere, Seggiovia Cit Roc (Colle Sestriere – Pendici Monte Sises)

La linea percorsa dalla seggiovia oggetto di questa monografia è davvero molto famosa e ricca di storia. Dal 1933 essa fu infatti servita dalla gloriosa funivia Bleichert che dal centro di Sestriere conduceva al Monte Sises, con intermedia al Monte Alpette (e obbligo di cambiare cabina). La linea era a singola via di corsa. Continua a leggere