Filtro contenuti: CLF

Marilleva, Seggiovia 3-CLF Malghette

Si tratta della seggiovia di collegamento tra la skiarea di Madonna di Campiglio e la Skiarea Folgarida – Marilleva.. Per questo motivo è un impianto molto frequentato,, ed oltre a consentire il ricircolo sull’omonima pista,, può essere u tilizzato in discesa dagli sciatori diretti verso Campiglio che non volessero affrontare la pista o in periodi di scarsità di neve..

È stata sostituita con una 4-CLD a partire dalla stagione invernale 2017/2018

Continua a leggere

Marilleva, Seggiovia 2-CLF Ometto

Seggiovia biposto Graffer a servizio delle piste facili Ometto I ed Ometto II. Per questo motivo, essendo privilegiata da sciatori principianti e scuole sci, sono stati montati i dispositivi Kidstop anticaduta per i bambini nel posto di destra (quello più vicino all’operatore per agevolare l’imbarco/sbarco) mentre quello di sinistra resta riservato all’adulto accompagnatore, e quindi ne è privo.

Continua a leggere

Nuova seggiovia Orscellera ai Piani di Bobbio

Il progetto in esame prevede la realizzazione di una nuova seggiovia quadriposto Doppelmayr con movimento unidirezionale e collegamento permanente dei veicoli, denominata “NUOVA ORSCELLERA”, in sostituzione della vecchia seggiovia monoposto omonima, da considerarsi ormai obsoleta e non più idonea a soddisfare la richiesta dell’utenza della area sciabile “Piani di Bobbio – Valtorta”.

Continua a leggere

Sistemi anticaduta per seggiovie: le proposte dei costruttori

Un problema serio

Molto, troppo spesso, siamo costretti a riportare notizie relative a cadute di passeggeri da seggiovie; gli incidenti sono quasi quotidiani, e come sito di riferimento per esercenti e frequentatori di impianti a fune desideriamo portare e mantenere in primo piano questa problematica. Il problema è tristemente noto soprattutto per i bambini, che spesso precipitano dalle seggiole durante la fase di imbarco o di sbarco in quanto la barra non viene abbassata o viene sollevata troppo presto; i più piccoli addirittura possono scivolare sotto le barre di protezione e cadere a terra da parecchi metri.

Continua a leggere

Sistemi anticaduta per seggiovie: la proposta Leitner Ropeways

Le seggiole LEITNER per ammorsamenti fissi ed automatici offrono un eccellente comfort di viaggio unito ad un elevato standard di sicurezza. Attraverso la barra di sicurezza bloccabile, il Kid Stop® o il poggiasci per ciascun posto, si incrementata la sicurezza dei passeggeri offrendo agli operatori la massima tranquillità anche durante il trasporto di bambini. Continua a leggere

Valtournenche, Seggiovia Becca d’Aran

La stazione di partenza, motrice e tenditrice, della seggiovia triposto Becca d’Aran di Valtournenche. E’ stata costruita da Leitner nel 1988. Ai tempi della vecchia cabinovia di arroccamento, gloriosa Ceretti e Tanfani, che arrivava in prossimità della stazione della seggiovia, costituiva un impianto di importanza strategica all’interno del comprensorio.
Continua a leggere

Sestrieres, Seggiovia Anfiteatro – Banchetta

La linea impiantistica dall’Anfiteatro al Monte Banchetta è un altro pezzo di storia del Sestriere, da questa vecchia immagine ritagliata da una cartolina vediamo le prime due sciovie, una Nascivera e una Marchisio costruita nel 1963, oltre al rifugio Raggio di Sole che c’è ancora oggi. La linea Nascivera fu poi sostituita nel 1980 dall’ Anfiteatro II, sempre di costruzione Marchisio.
Continua a leggere

Sauze d’Oulx, Seggiovia Rocce Nere 2

Oggetto di questa monografia è la linea 2, sul lato destro, che è stata realizzata riposizionando una seggiovia Doppelmayr usata nell’anno 1988. La particolarità di quest’impianto è che monta le sedie Nascivera della vecchia seggiovia biposto del Monte Platasse a Sestriere. L’anno in cui è stata montata per la prima volta dovrebbe essere più o meno il 1973. Continua a leggere

Sauze d’Oulx Seggiovia Treceira

La seggiovia Treceira è una monoposto Marchisio ricca di storia. E’ nata nel 1974 sulla linea Clotes a sostituzione della precedente seggiovia monoposto di costruzione Carlevaro e Savio. Nel 1979 tale linea viene ulteriormente ammodernata con la costruzione della biposto che è arrivata fino al 2005. La seggiovia viene quindi spostata una prima volta sulla linea Jouvenceaux-Prariond nel 1980 per poi essere nuovamente riposizionata nel 1987 nella collocazione attuale, lavori entrambi effettuati dalla ditta Marchisio di Torino. Continua a leggere

Sappada, Seggiovia Monte Ferro

Questa monoposto originale Marchisio si trova a Sappada (paese nel Veneto nel nord, nella zona di Cortina, provincia di Belluno). Lo stato di mantenimento di questo impianto non è dei migliori, gli anni li dimostra tutti; la vernice è vecchissima e non è mai stata ripristinata, le seggiole sono tutte arrugginite e l’intero impianto da un senso di “vissuto” non trascurabile.
Continua a leggere

Pragelato, seggiovia Conca del Sole

La “Conca del Sole”, rarissima seggiovia Piemonte Funivie costruita nel 1984, parte dalla località Pattemouche di Pragelato, non distante dalla nuova funivia Poma/Leitner che conduce sulle piste di Sestriere. Questo impianto risulta di assoluto interesse dal momento che la Piemonte Funivie costruì numerosi impianti a fune, ma quasi mai seggiovie.
Continua a leggere

Ortisei, Vecchia seggiovia Rasciesa

La seggiovia Rasciesa fu progettata il 06.12.1950 dal ing. Leo Demetz e Luis Trenker. Dopo due anni di costruzione fu attivata nella primavera del 1952 ed innaugurata nell´ottobre dello stesso anno. La costruzione del primo impianto venne curata dalla ditta Trojer di Merano, in seguito l’impianto è stato ricostruito da Leitner
Continua a leggere

Frabosa Soprana Seggiovia Mongrosso-Burrino

La seggiovia Burrino è il primo tronco dell’arroccamento da Frabosa-Mongrosso al monte Malanotte, costruita nell’anno 1999 grazie alla costituzione della nuova società a forte maggioranza pubblica. Le due nuove seggiovie Doppelmayr hanno sostituito la storica cabinovia Ceretti e Tanfani il cui servizio era stato interrotto nel lontano 1983. Tale impianto necessitava di importanti interventi di manutenzione e messa a norma che la società esercente di allora non aveva potuto affrontare economicamente. Continua a leggere

Frabosa Soprana, Seggiovia Marchisio “Monte Moro”

L’attuale seggiovia del monte Moro è stata costruita dalla Marchisio di Torino nel 1958, sostituendo la precedente linea di costruzione Carlevaro e Savio realizzata nel 1948. L’impianto ha potuto arrivare fino a noi mantenendo invariate le parti strutturali e i stupendi sostegni a traliccio, mentre le parti elettromeccaniche sono state sostituite in varie occasioni. La più importante è stata il rinnovo di vita tecnica svolto nel 1991, da notare che le seggiovie costruite prima del 1960 avevano una vita tecnica di 30 anni e non di 40. Continua a leggere

Cesana Torinese, Seggiovia Rafujel

La seggiovia è di solo arroccamento, può essere utilizzata sia in salita sia in discesa da sciatori e pedoni, e conduce dal parcheggio appena fuori Cesana alla partenza della seggiovia Sagnalonga rinnovata l’anno scorso. Prima del 1994 la linea era servita dal riposizionamento di una vecchia seggiovia monoposto. Continua a leggere

Caspoggio, Seggiovia S.Antonio-Piazzo Cavalli

Nel 1991 Sacif Lazzeri costruì il secondo tronco di seggiovia da S.Antonio al Piazzo Cavalli di Caspoggio sostituendo la monoposto Marchisio giunta a scadenza tecnica. Si noterà una meccanica più vecchia rispetto alla seggiovia da Caspoggio a S.Antonio realizzata nel 1989, l’impianto ha trascorso un po’ di anni in magazzino in quanto inizialmente era destinato ad un’altra linea. Continua a leggere

Campitello Matese, Seggiovia Anfiteatro Cristallo

Seggiovia S2 con stazione intermedia degli anni ’80 costruita dalla Leitner. L’impianto serve le piste da sci Anfiteatro, omologata dalla FISI, e Cristallo, una pista che prima era servita da uno ski-lift chiamato appunto Cristallo. Le piste, molto lunghe, si concludono immettendosi nelle piste basse “San Nicola” e “Lavarelle”. Continua a leggere

Bormio, seggiovia Pian dei Larici

La seggiovia triposto Pian dei larici si trova a Bormio 2000 cuore pulsante della ski area bormina. Costruita nel 1995, in sostituzione di un vecchio skilift Pomagaski, raggiunge in poco meno di un km il pian dei larici a quota 2.250 da dove partono alcune piste semplici adatte agli sciatori meno esperti. Inoltre da pochi anni è diventata anche il mezzo di collegamento allo snow park. Continua a leggere

Sauze d’Oulx, Storia degli impianti di Sportinia

Siamo negli anni ’50 e la foto ritrae il primo storico impianto di risalita che collegava il paese di Sauze d’Oulx (m. 1509) con il pianoro di Sportinia, a m. 2.170 (il cui vero nome è Clot Sabouiller). Si trattava di una seggiosciovia, che consisteva nell’alternanza di gruppi di seggiole monoposto e di ancore biposto. Continua a leggere